I cinque precedenti del Milan a Celtic Park

Logo: Footbola

Footbola

Immagine dell'articolo: I cinque precedenti del Milan a Celtic Park

Dopo aver eliminato Shamrock Rovers, Bødo/Glimt e Rio Ave per il Milan è tempo di iniziare i gironi di Europa League e la sfida non è di certo delle più comode. I rossoneri dovranno volare in Scozia contro il Celtic per una sfida che è ormai divenuta una classica del calcio europeo e questi sono le cinque precedenti trasferte del Diavolo a Celtic Park.

CELTIC-MILAN 0-1 COPPA CAMPIONI 1968-69
Il Celtic era già stato fatale nel 1967 all’Inter nella finale di Lisbona e due anni dopo era pronto a fare lo stesso anche con i cugini del Milan. La sfida avvenne nei quarti di finale di Coppa dei Campioni e l’andata a San Siro terminò con un pericoloso 0-0 che lasciava soddisfatti gli scozzesi. Nel ritorno a Glasgow quasi ottantamila persone presero posto a Celtic Park per sostenere i propri beniamini, ma un clamoroso errore in disimpegno di Billy McNeill permise a Pierino Prati di involarsi verso la porta e battere Fallon per lo 0-1. Nereo Rocco coprì come mai prima la squadra e Cudicini fu straordinario in varie circostanze salvando vittoria e qualificazione che diedero al Diavolo un’ulteriore spinta verso la vittoria della Coppa a Madrid.

CELTIC-MILAN 0-0 CHAMPIONS LEAGUE 2004-05
Dovettero passare trentacinque anni prima di un altro confronto tra i cattolici di Glasgow e il Diavolo di Milano e l’occasione fu nei gironi di Champions League. Il Milan dominò il raggruppamento facendo nove punti in altrettante partite nel girone di andata facendo crollare per 3-1 il Celtic a San Siro. La gara in Scozia all’ultima giornata era di interesse solo per i padroni di casa, in quanto dovevano mantenere il terzo posto che gli avrebbe permesso la retrocessione in Coppa Uefa. I biancoverdi provarono in tutti i modi a trovare la vittoria, ma Dida fu straordinario soprattutto sulla girata a botta sicura di Hartson e in contropiede rischiarono quando Serginho colpì la traversa. Lo 0-0 non si sbloccò e la contemporanea vittoria dello Shkahtar contro il Barcellona condannò i britannici all’eliminazione da qualsiasi competizione europea.

CELTIC-MILAN 0-0 CHAMPIONS LEAGUE 2006-07
Il Milan si stava avviando a vincere la sua settima e ultima Champions League, ma per farlo doveva passare l’ostacolo Celtic agli ottavi di finale. Un avversario tosto e insidioso che si dimostrò tale già nell’andata in Scozia. Gordon Strachan mantenne coperta la squadra sperando di segnare da contropiede o su punizione ma Zeljko Kalac, chiamato a sostituire per una notte Dida, fu attento facendo buona guardia. I rossoneri non spinsero più di tanto e lo 0-0 finale fu il giusto risultato. A San Siro il copione fu lo stesso e ci volle una prodezza nei supplementari di Kaká per portare il Diavolo ai quarti di finale.

CELTIC-MILAN 2-1 CHAMPIONS LEAGUE 2007-08
A pochi mesi di distanza le due squadre si affrontarono nuovamente, questa volta all’interno dei gironi di Champions League. Il Milan aveva iniziato nel peggiore dei modi la stagione e nemmeno l’Europa riuscì a scuotere il Diavolo. Dopo un primo tempo passato in difesa fu il Celtic a passare in vantaggio. Dida sbagliò l’intervento da un corner di Hartley e McManus riuscì a spingere la palla in rete. Poco dopo un rigore di Kaká riuscì a ristabilire la parità numerica, ma nel finale ecco la beffa. Un debole destro di Caldwell venne respinto male da Dida e sulla respinta fu un gioco da ragazzi per McDonald segnare la rete che fece impazzire Celtic Park. Un eufoerico tifoso scozzese fece invasione di campo e diede una carezza al portiere brasiliano che prima provò a inseguirlo e poi si buttò a terra tramortito sperando in una squalifica e vittoria per 3-0 a tavolino, cosa che chiaramente non avvenne. A fine girone entrambe poterono festeggiare la qualificazione.

CELTIC-MILAN 0-3 CHAMPIONS LEAGUE 2013-14
Il decennio che si è appena concluso non sarà certo ricordato come il più glorioso e felice della storia del Milan. Tante delusioni e tanti passi falsi inattesi e una Champions League che ormai manca dalla stagione 2013-14 dove i rossoneri riuscirono a ottenere gli ultimi squilli europei. La squadra di Allegri venne inserita nel girone con Barcellona, Ajax e Celtic e furono proprio i successi con gli scozzesi che permisero ai milanesi di passare il turno e a Celtic Park ci fu l’ultima grande fiammata di quello che fu il Diavolo in Europa. Kaká riuscì a far vedere la sua antica classe e fu lui a portare in vantaggio i rossoneri prima che nella ripresa Zapata e Balotelli portarono a tre le reti dei lombardi regalando così il decisivo successo per la qualificazione. Il seguente pareggio con l’Ajax e le due sconfitte con l’Atlético Madrid fanno sì che l’ultima vittoria di sempre del Milan in Champions League risalga proprio a questo 0-3 rifilato al Celtic nel freddo inverno scozzese.