Doveri: «Indicazione di non fischiare tutto! Curioso del VAR a chiamata» | OneFootball

Doveri: «Indicazione di non fischiare tutto! Curioso del VAR a chiamata»

Logo: Inter-News.it

Inter-News.it

Daniele Doveri in una lunga intervista concessa al collega Alessandro Barbano sul Corriere dello Sport parla della nuova stagione di Serie A vista dal punto di vista di un arbitro italiano.

NUMERO DI FALLIDaniele Doveri parla in genere delle indicazioni ricevute in vista della nuova stagione, cioè quella di fischiare di meno: «Per numero di falli siamo allineati alla Champions e ci avviciniamo alla Premier. L’indicazione è quella di non sanzionare tutti i contatti di gioco, ma l’obiettivo di uniformarci al calcio inglese deve essere condiviso da tutte le componenti. Rigori passati da 187 a 150 e poi a 140, quest’anno saranno di meno? Sul numero non scommetto, perché non siamo noi a fare il gioco. Ma certamente cercheremo di avere ancora più discernimento tra ciò che è fallo e ciò che è contatto».

FALLO DI MANO E FUORIGIOCO – Doveri parla in breve della regola del fuorigioco e del fallo di mano, rispetto la passata stagione: «Cambia il fuorigioco sulle deviazioni, solo quelle intenzionali rimettono l’attaccante in regola. La volontarietà deve cogliersi nell’intenzionalità della giocata come atteggiamento psicologico, ma anche in alcune condizioni oggettive. Il fallo di mano sarà come l’anno corso, Sui tiri e sui cross vale la geometria del braccio: se è largo, è rigore. Ma nelle altre situazioni la dinamica avrà un peso più importante».

VAR A CHIAMATA – Una possibilità che attrae anche Doveri: «Il challenge è ormai una soluzione allo studio di FIFA e IFAB, sollecitata peraltro da molti. Quando ci sarà presentata, non avremo pregiudizi. Sono curioso di sperimentarla. E di verificare se servirà a ridurre le polemiche».

Menzionato in questo articolo

Visualizza l' imprint del creator