🤯 Tra Covid e campo: è corsa contro il tempo per Ronaldo e Hakimi

Logo: OneFootball

OneFootball

Davide Zanelli

Immagine dell'articolo: 🤯 Tra Covid e campo: è corsa contro il tempo per Ronaldo e Hakimi

Mentre inizia la quinta giornata di campionato, per Juventus e Inter tengono banco due casi molto particolari di positività al Covid-19.

Si tratta di Cristiano Ronaldo, risultato positivo durante il ritiro con la nazionale portoghese e tuttora positivo al Coronavirus, e Achraf Hakimi, risultato positivo a poche ore dalla sfida di Champions contro il Gladbach e negativo nel pomeriggio di venerdì.

La presenza dell’esterno marocchino a Genova, dove sabato l’Inter affronta il Genoa, non è per nulla scontata.

Come spiegato da Daniele Mari, l’esterno marocchino non è partito con la squadra e dovrà aspettare l’esito del tampone effettuato venerdì. Il giocatore non si allena con la squadra da martedì e perché venga aggregato al gruppo e portato in panchina da Antonio Conte (difficile immaginarlo titolare in questo momento) l’esito negativo del tampone di venerdì dovrà arrivare molto presto.

Inoltre, come scrive stamani la Gazzetta, c’è da registrare il fastidio dell’Inter nei confronti dell’UEFA: se si dovesse confermare la negatività, non si escludono azioni legali, dato che la sua assenza di mercoledì viene considerata un’ingiustizia.

Non ci sono sostanziali novità per quanto riguarda CR7. Il gruppo squadra della Juventus è uscito venerdì dall’isolamento fiduciario, ma il portoghese resta in quarantena in attesa di un tampone negativo. Per questo motivo, la Juventus ha già avvisato la Uefa: l’obiettivo resta provare a recuperarlo per la sfida di Champions contro il Barcellona.