Toyota, cinema e 4 miliardi: ecco chi è Dan Friedkin

Logo: Calcio e Finanza

Calcio e Finanza

Immagine dell'articolo: Toyota, cinema e 4 miliardi: ecco chi è Dan Friedkin

Patrimonio Friedkin – Passione per il cinema, per lo sport, un conto in banca di tutto rispetto “grazie” alla Toyota e alle auto, fino allo sbarco a Roma. Dan Friedkin è pronto a diventare il nuovo patron giallorosso, dopo l’accordo siglato con Pallotta nella scorsa notte: affare valutato 591 milioni di euro.

Nato in California cinquantacinque anni fa, laureato alla Georgetown University di Washington e sposato con quattro figli (tra cui Ryan, che dovrebbe gestire la Roma in prima persona, la famiglia di Friedkin si era già arricchita con le concessionarie di automobili, ma è la sua catena Gulf State che si è assicurata l’esclusiva per distribuire le auto Toyota in cinque stati e 150 concessionarie tra Houston in Texas (dove ha la sede), Arkansas, Louisiana, Mississippi e Oklahoma: nel 2018 la società ha venduto auto per un valore di 9 miliardi di dollari.

Dopo la morte del padre Thomas (che ha fondato la società nel 1969) nel marzo 2017, ora è lui alla guida della holding di famiglia, con 12 società: secondo Forbes, Friedkin ha un patrimonio di 4,1 miliardi di dollari, cifra che lo pone al 187° posto della classifica dei paperoni statunitensi, e al 590° nel mondo.

Patrimonio Friedkin, il cinema

Affari e non solo, perché si dedica anche al cinema: è il responsabile e co-fondatore di Imperative Entertainment, entrata ad Hollywood procudendo “The Square”, film svedese premiato con la Palma d’Oro a Cannes nel 2017 e candidato all’Oscar per il migliore film straniero di quell’anno, oltre a “The mule” con Clint Eastwood e il fallimento di “Tutti i soldi del mondo”, film sul rapimento dell’erede della famiglia Getty portato al flop dal caso Kevin Spacey.

Nel 2019, inoltre, ha diretto il suo primo film, “Lyrebird”, proiettato al Telluride Film Festival. Tra gli altri investimenti, Friedkin ha anche investito in Auberge Resorts, complessi di lusso sparsi nel mondo, oltre a proprietà dirette ad Aspen, in Colorado, e a Cabo San Lucas, e nel Diamond Creek Golf Club di Banner Elk,  classificato da Golf Digest come uno dei 100 migliori campi da golf d’America.

C’è anche spazio per gli aerei: possiede infatti una licenza di pilota d’aereo grazie alla quale ha il privilegio, che condivide con solo altri nove piloti civili, di prendere parte alla formazione dei voli acrobatici dell’Air Force. Inoltre, tra la passione per gli aerei e quella per il cinema, è anche apparso come comparsa a bordo di un suo aereo in ‘Dunkirk’ di Christopher Nolan. Senza dimenticare la protezione ambientale, considerando che  è presidente emerito della “Texas Parks and Wildlife Commission”, l’agenzia statale nel Texas responsabile della gestione della fauna selvatica, delle risorse culturali e naturali.

Poi gli sport, visto che le ambizioni di possedere una squadra non sono una novità: due anni fa aveva infatti provato, senza fortuna, ad acquistare gli Houston Rockets in Nba, che erano stati messi in vendita dal proprietario Leslie Alexander. E ora la Roma, con la nuova avventura in giallorosso pronta a cominciare.