Totopanchine: i 10 migliori allenatori ancora senza contratto 🧢

Onefootball

Giacomo Galardini

Immagine dell'articolo: Totopanchine: i 10 migliori allenatori ancora senza contratto 🧢

Certo, a causa della pandemia di COVID-19 e del relativo caos che porterà nel mercato estivo magari non ci viene da pensare che molto spesso il primo tassello di una grande campagna acquisti è l’approdo di un grande allenatore.

Abbiamo messo insieme quindi i 10 migliori tecnici attualmente svincolati che potrebbero infiammare il mercato delle panchine nella prossima stagione. Tutti i dati sono stati presi dal portale Transfermarkt.


JÃœRGEN KLINSMANN

Nazionalità: 🇩🇪
Media punti a partita in carriera: 1,87
Ultima squadra: Herta Berlino

Dopo l’esperienza che si è appena conclusa in maniera polemica coi tedeschi dell’Herta Berlino, Klinsmann è pronto per un ruolo manageriale, preferibilmente su una panchina nazionale (come già avvenuto in passato per Stati Uniti e Germania) o magari in patria.


MANUEL PELLEGRINI

Nazionalità: 🇨🇱
Media punti a partita in carriera: 1,73
Ultima squadra: West Ham

Da dicembre 2019 senza panchina, il tecnico cileno è reduce dalla brutta esperienza col West Ham e potrebbe essere alla ricerca di un insperato rilancio. Ultimamente c’erano indiscrezioni su un suo possibile futuro in Italia.


LAURENT BLANC

Nazionalità: 🇫🇷
Media punti a partita in carriera: 2,16
Ultima squadra: Paris Saint-Germain

Blanc non allena dal 2016, quando terminò la sua avventura sulla panchina del Paris Saint-Germain. Un caso molto strano, visto che il nome del francese è spesso associato a tutti i grandi club. Sembra ci sia stato un contatto col Milan ultimamente.


MARCELINO

Nazionalità: 🇪🇸
Media punti a partita in carriera: 1,66
Ultima squadra: Valencia

Esonerato dal Valencia nel settembre 2019, Marcelino è stato accostato lo scorso aprile al Milan, ma dopo la sua richiesta a Gazidis e Singer di cambiare almeno 15 giocatori, la dirigenza rossonera ha deciso di interrompere le trattative.


LUCIANO SPALLETTI

Nazionalità: 🇮🇹
Media punti a partita in carriera: 1,76
Ultima squadra: Inter

Ricordiamo che il contratto di Luciano Spalletti con l’Inter scade a giugno 2021: fino a quel momento i nerazzurri continueranno a pagarlo visto l’esonero avvenuto nel giugno dell’anno scorso.


UNAY EMERY

Nazionalità: 🇪🇸
Media punti a partita in carriera: 1,83
Ultima squadra: Arsenal

Lo spagnolo è reduce da due esperienze negative seguite da due esoneri, sia al Paris Saint Germain in Ligue 1 dell’anno scorso che quello più recente con l’Arsenal in Premier League. Chissà che non possa ritrovare i fasti dei trionfi europei con il Siviglia in un’altro campionato.


MASSIMILIANO ALLEGRI

Nazionalità: 🇮🇹
Media punti a partita in carriera: 1,89
Ultima squadra: Juventus

Anche qui vale la pena ricordare che ‘Acciuga’ continua a percepire lo stipendio dalla Juventus fino al 30 giugno 2020, e che a bilancio costa circa 17 milioni di euro per le già provate casse della Vecchia Signora. Si vocifera che Leonardo lo abbia già cooptato per succedere a Tuchel alla guida del PSG ma mai dire mai con Allegri.


NIKO KOVAC

Video Content

Nazionalità: 🇭🇷
Media punti a partita in carriera: 1,78
Ultima squadra: Bayern Monaco

Prima i fasti europei con l’Eintracht Francoforte, poi l’approdo al Bayern durato solo fino allo scorso novembre, quando gli è subentrato il suo secondo Hansi Flick. Un incrocio tra Simone Inzaghi e Unay Emery in salsa di crauti.


MAURICIO POCHETTINO

Video Content

Nazionalità: 🇦🇷
Media punti a partita in carriera: 1,61
Ultima squadra: Tottenham

Il suo esonero alla panchina del Tottenham nello scorso novembre è stato uno shock per gli Spurs, che avevano ancora gli occhi lucidi per la cavalcata in Champions League della scorsa stagione, interrotta solo in finale dal Liverpool. Adesso l’argentino viene automaticamente accostato a qualsiasi grande squadra europea alla ricerca di un tecnico.


ERNESTO VALVERDE

Video Content

Nazionalità: 🇪🇸
Media punti a partita in carriera: 1,82
Ultima squadra: Barcellona

Fresco di esonero con il Barcellona – avvenuto solo lo scorso gennaio – Valverde è stato accusato da molti di non essere un allenatore all’altezza viste le debacle di Champions del Barça contro Roma e Liverpool. Tuttavia prima dell’ammutinamento ha portato i blaugrana alla vittoria di due Liga consecutive, una coppa e una supercoppa di Spagna.