Tiago Tomas, gli occhi dell'Europa sul predestinato dello Sporting | OneFootball

Tiago Tomas, gli occhi dell'Europa sul predestinato dello Sporting

Logo: OneFootball

OneFootball

Redazione

Qualcosa più di un semplice talento. Un predestinato, perché quello che Tiago Tomas sta dimostrando con il suo Sporting è semplicemente impressionante. Un classe 2002 protagonista in attacco – reparto chiave – nella squadra che ha vinto il campionato in Portogallo. Sì, Tiago Tomas ha solo 18 anni (ne compirà 19 a giugno) e non è un caso se ha già addosso gli occhi di tutti i top club: ha vinto una Liga NOS da centravanti dello Sporting dimostrando qualità, intelligenza e una capacità di gestire la pressione fuori dal comune. Personalità, in una parola sola.

Il fisico è importante, 1.80 di altezza ma soprattutto tanta capacità nella gestione del pallone e nel vedere la porta. Tiago è un attaccante moderno, tipicamente europeo: tanta corsa, buona fisicità, tecnica pura e velocità nella giocata oltre che nel passo. Non sono casuali ben 29 presenze in Liga NOS quest’anno, ma anche 6 gol stagionali per Tomas che promette bene come perla del Portogallo del futuro. Gioca da prima punta, sa allargarsi all’occorrenza perché anche la velocità è fuori dal comune. Come la sua clausola rescissoria: 60 milioni di euro, contratto fino al 2025, così lo Sporting lo ha blindato durante le voci legate al Bayern Monaco.

Ma adesso c’è la fila: in Inghilterra si parla di un assalto dell’Arsenal imminente, in Italia lo hanno seguito da vicino gli scout del Milan e attenzione alla nuova Roma di José Mourinho che di talenti portoghesi se ne intende, Tiago Tomas può essere un colpo per presente e futuro.

Menzionato in questo articolo