Stella Rossa sanzionata con le porte chiuse per offese a Ibrahimovic

Logo: CalcioInPillole

CalcioInPillole

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fimgcip.storage.googleapis.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2021%2F04%2F14204211%2F1000982713-scaled.jpg&q=25&w=1080

La UEFA ha sanzionato la Stella Rossa con la chiusura del Marakana per le prossime due partite europee (la seconda col beneficio della condizionale). Il motivo? Il procedimento avviato nelle scorse settimane dopo le offese di stampo razzista piovute dagli spalti dello stadio verso Zlatan Ibrahimovic durante sfida Stella Rossa-Milan dello scorso 18 febbraio.

La squadra dovrà disputare la prima prossima partita a livello europeo promuovendo lo slogan ‘NoToRacism’ con il logo Uefa. La squadra belgradese è stata al tempo stesso multata di 25 mila euro. Questo per la violazione del protocollo di sicurezza a causa della pandemia di coronavirus.

A riferirlo è il quotidiano serbo Blic, che aggiunge il fatto che la sanzione sarebbe potuta essere molto più severa per la Stella Rossa se non fosse stato per Ibrahimovic.
Sembra infatti che lo svedese abbia in qualche modo aiutato il inviando una lettera alla Commissione Disciplinare della UEFA. In questa il numero 11 rossonero elogiava l’organizzazione da parte della società serba e più in generale il suo breve soggiorno nel Paese. Questa lettera avrebbe di fatto alleggerito la pena alla squadra allenata da Dejan Stankovic.

Visualizza l' imprint del creator