Sampdoria-Atalanta 0-2, Malinovskyi e Gosens fanno volare Gasperini in zona Champions

Logo: CalcioInPillole

CalcioInPillole

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fwww.calcioinpillole.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2021%2F02%2Fuc-sampdoria-v-atalanta-bc-serie-a-1-scaled.jpg&q=25&w=1080

2-0, tre punti e aggancio alla Juventus. Game, set and match per l’Atalanta di Gasperini che conquista la terza vittoria consecutiva sconfiggendo la Sampdoria. Allo stadio Marassi decidono Malinovskyi e Gosens, segnando un gol per tempo. Mezz’ora in campo per Ilicic.

Il ‘lunch match’ di questa domenica di Serie A ha messo di fronte Sampdoria e Atalanta, allo stadio Marassi. Visti i prossimi impegni del turno infrasettimanale, il tecnico del blucerchiati Claudio Ranieri rinuncia inizialmente a Candreva, Quagliarella e Keità, schierando la coppia La Gumina-Verre. Gasperini ha perso Duvan Zapata e ha concesso riposo a Matteo Pessina. Spazio a Malinovskyi e Luis Muriel.

Primo tempo

La prima frazione di gioco vede l’Atalanta provare ad imporre il suo ritmo, come prevedibile. La Sampdoria, tuttavia, non ha deciso fare lo sparring partner e si colloca bene in campo, mostrandosi solida e pericolosa. Il primo tempo propone un match intenso e contraddistinto dallo scontro fisico a centrocampo. Jankto, Augello e Damsgaard fanno sentire qualche brivido a Sportiello. L’Atalanta protesta per due situazioni da possibile penalty: al 13′ con Pasalic, ‘curato’ da Augello in area di rigore, e al 38′ su un tocco di Yoshida dopo la deviazione di Maehle. In ambo i casi, il direttore di gara Marinelli lascia correre. L’Atalanta non si accende per lunghi tratti del primo tempo, facendosi vedere solo con Pasalic e Malinovskyi in due occasioni isolate. Ma, verso la fine della prima frazione, gli uomini di Gasperini, con successo, accelerano i ritmi trovando il vantaggio al 40′ con una bella azione corale. Muriel trova Malinovskyi che, dopo aver portato palla fino all’interno dell’area, scarica un violento mancino sotto al sette. Gli orobici chiudono avanti il primo tempo.

Secondo tempo

Dopo appena sette minuti l’Atalanta trova il raddoppio, annullato però dall’arbitro. Maehle aveva colpito a rete, dopo un cross di Gosens. Tuttavia, il tedesco di Gasperini si trovava in posizione di offside al momento del recupero palla che era avvenuto su una ribattuta. Ranieri e Gasperini provano a schierare l”artiglieria pesante’. Entrano Quagliarella, Keita, Ramirez e Candreva da una parte. Ilicic e Pessina dall’altra. La Samp prova a reagire ma, al 70′, arriva il raddoppio degli orobici: un distratto Candreva propizia il cross di Maehle diretto all’altro versante dove Gosens in allungo fa 2-0. L’Atalanta prende campo e, la Sampdoria, va via via spegnendosi lasciando i tre punti alla squadra di Gasperini. Null’altro di rilevante accade fino al termine del match. L’Atalanta gestisce il doppio vantaggio, concedendosi qualche sortita con Ilicic. Finisce così. 2-0 per l’Atalanta che aggancia la Juventus, Seconda sconfitta consecutiva per Ranieri e la sua Sampdoria.