📝Rosso a Chiesa e pareggio: la Juve si accontenta contro il Crotone

Logo: OneFootball

OneFootball

Giulia Polidoro

Immagine dell'articolo: 📝Rosso a Chiesa e pareggio: la Juve si accontenta contro il Crotone

La Juve non passa a Crotone, dove i padroni di casa riescono ad arginare le offensive bianconere e centrano un 1-1 importantissimo.

Federico Chiesa non può godersi l’esordio, che si macchia di rosso: l’ex Fiorentina viene espulso nel secondo tempo per un fallo su Cigarini, lasciando i suoi in 10.

Serie A

Crotone
Juventus

La sfida con il Crotone inizia subito con il piede sbagliato. La Juve ‘delle riserve’ di Andrea Pirlo non riesce

Tanti assenti in campo per i bianconeri, che si scontrano contro un Crotone determinato e cinico, determinato a vendere cara la pelle.

Non a caso il primo gol della gara arriva da parte dei padroni di casa: al 12′ Simy trasforma in gol il rigore fischiato dopo un fallo di Bonucci in area.

Gli uomini di Pirlo non vogliono mollare, e il pareggio arriva soltanto 10 minuti dopo: Federico Chiesa, al suo esordio in bianconero, appoggia la palla a Morata, che la scarica in rete con facilità.

La rete sembra valere la riscossa degli ospiti, ma il risultato rimane congelato sull’1-1, con brividi da entrambi i lati.
Il Crotone ci prova con Pereira, la Juve con Portanova e Morata: al fischio dell’arbitro, però, si rimane sul pareggio.

Il secondo tempo è un’altra storia: questa volta niente gol, ma tanto spettacolo.

Le squadre sono allungate e le offensive si alternano da un lato e l’altro del campo, senza che nessuna si trasformi in vantaggio.

A illudersi è la Juve, all’80’, quando l’1-2 firmato ancora da Morata viene cancellato dal Var, per offside dello spagnolo.

A macchiare la seconda frazione di gioco, però, è il rosso diretto a Federico Chiesa, al 60′, che diventa il primo giocatore nell’era dei tre punti ad essere espulso all’esordio in bianconero.

La Juve in dieci uomini non riesce ad imporsi e il Crotone si gode un punto importantissimo, dopo una partita giocata con il cuore, in cui più volte ha sfiorato il vantaggio.