Pirlo: Pensiamo alla Champions. Super League? Il presidente ci ha spiegato

Logo: CalcioInPillole

CalcioInPillole

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fimgcip.storage.googleapis.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2021%2F04%2F06150906%2F1001923659-1-scaled.jpg&q=25&w=1080

Vigilia di campionato per la Juventus. I bianconeri dopo la sconfitta contro l’Atalanta nell’ultimo turno, cercano il riscatto in casa contro il Parma. E’ da poco terminata la conferenza stampa del tecnico dei piemontesi, Andrea Pirlo. Ecco tutte le sue dichiarazioni, naturalmente a tener banco è stato l’argomento riguardante la nascita della Super League:

“Siamo concentrati su quello che dobbiamo fare, il presente è la qualificazione alla Champions League. Il progetto di cui si sta parlando è per il futuro, noi pensiamo al presente e lo stesso presidente questa mattina è venuto a parlarci di questo progetto futuro ma noi dobbiamo pensare al presente e siamo sereni su quello che è il nostro obiettivo ossia la qualificazione alla Champions League”.

“Per il mondo del calcio è uno sviluppo. Ci sono stati tanti cambiamenti negli anni, dalla Champions stessa fino al modo di giocare e alle regole. Io però non sono la persona più adatta per dare spiegazioni. Il presidente sarà in prima linea anche nello spiegare come stanno le cose come stanno facendo gli altri presidenti mentre noi restiamo concentrati sulla qualificazione in Champions che è la cosa più importante”.

“Agnelli non l’ho sentito lontano perché lo vediamo quasi tutti i giorni e si è sempre dimostrato vicino alla squadra, è sempre stato presente. Questa mattina ci ha spiegato cos’è questo progetto, non nei particolari ma a grandi linee. ma ci ha detto anche che la cosa più importante è continuare il nostro lavoro. Siamo fiduciosi perché abbiamo un presidente molto all’avanguardia che può spiegare meglio in cosa consiste ed è giusto che sia lui a farlo”.

“I giocatori la nascita della Super League l’hanno recepita com’è giusta che venga recepita, è solo un progetto e devono stare tranquilli perché il calcio va avanti”.

“La squadra sta abbastanza bene, stiamo recuperando dalla gara di domenica perché abbiamo speso tanto. Fortunatamente abbiamo ancora un po’ di tempo per recuperare energie. Ho in testa rotazioni ma non ne cambierò molti”.

“Domani ci saranno Ronaldo, Buffon e credo anche Dybala che ha bisogno di giocare per ritrovare condizione. Abbiamo fatto una partita difficile con l’Atalanta ma lui ha fatto una buona prestazione, non giocava da tanto tempo e abbiamo affrontata una gara dura dove lui si è dimostrato all’altezza. La partita di domani può dargli continuità”.