Perché seguire questo sesto turno di Premier

Logo: PassionePremier.com

PassionePremier.com

Immagine dell'articolo: Perché seguire questo sesto turno di Premier

Ci aspetta un’altra giornata decisamente interessante in Premier League. Il sesto turno infatti è caratterizzato da una serie di sfide che, considerando l’inizio piuttosto anomalo di stagione, si prospettano intriganti e spettacolari.

Una gara si è però già disputata e stiamo parlando di Aston VillaLeeds conclusasi con un secco 0-3 in favore dei Whites. I ragazzi di Bielsa, trascinati dalla tripletta di Patrick Bamford, sono riusciti così ad interrompere la striscia di quattro vittorie consecutive dei Villains.

Il sabato calcistico inizia con West Ham-Manchester City alle ore 13.30, un match tra due squadre che (sorprendentemente) hanno gli stessi punti in classifica. Gli Hammers arrivano in ottime condizioni, forti dei successi convincenti contro Wolverhampton e Leicester e del pareggio agguantato in extremis contro il Tottenham. I Citizens vengono da una settimana positiva in cui hanno battuto Arsenal e Porto. Gli uomini di Guardiola faranno di tutto per centrare la terza vittoria in sei giorni e trovare così una certa continuità che è fondamentale per una squadra ambiziosa come il City. A seguire alle ore 16 si gioca Fulham-Crystal Palace, una partita che i Cottagers non possono permettersi di sbagliare, considerando che sono ultimi con solamente un punto.

Alle 18.30 c’è il big match di questa giornata ossia Manchester United-Chelsea. Una sfida fondamentale per entrambe le squadre. I Red Devils hanno sì vinto e convinto contro il Newcastle e il Paris Saint-Germain, ma è troppo presto per poter considerare già risolti i problemi difensivi palesati nelle disfatte interne patite contro il Crystal Palace e il Tottenham. Anche i Blues stanno arrancando e continuano a dare l’idea di essere un cantiere aperto, la squadra di Lampard per ora non ha entusiasmato e ha alternato qualche buona prestazione ad altre piuttosto negative. Il sabato di Premier si chiude con Liverpool-Sheffield in programma alle 21. I Reds, nonostante siano solamente a meno tre punti dalla capolista Everton, non stanno attraversando un momento particolarmente positivo, l’infortunio di Van Dijk è stato uno shock e alcune prestazioni offerte in questo inizio di stagione non sono state di certo esaltanti. La situazione in casa Blades però è senza dubbio peggiore. La banda di Chris Wilder infatti, dopo il mezzo miracolo sportivo dello scorso anno, è tornata prepotentemente con i piedi per terra e per il momento sembrerebbe una delle principali indiziate per la retrocessione in Championship.

Ovviamente ci aspetta anche una domenica di grande calcio che inizierà alle ore 15 con Everton-Southampton. I Toffes stanno impressionando e vogliono restare imbattuti per continuare a sognare traguardi impensabili fino a poche settimane fa. I Saints però venderanno cara la pelle, proprio come hanno fatto contro il Chelsea la scorsa settimana. A seguire alle 17.30 si giocherà Wolverhampton-Newcastle, i Wolves sembrerebbero aver metabolizzato la sconfitta per 4-0 inferta dal West Ham vincendo le ultime due gare con Fulham e Leeds. I Magpies non saranno di certo la squadra più spettacolare del campionato, ma presentano elementi di assoluto talento (su tutti Saint-Maximin) in grado di poter impensierire la difesa dei “lupi”.

A chiudere la domenica di Premier c’è Arsenal-Leicester, in programma alle 20.15. Una partita tra due squadre molto ambiziose che arrivano rinfrancate dai successi in Europa League. I Gunners hanno sì nove punti, ma hanno perso i primi due big match della stagione contro Liverpool e Manchester City e vogliono invertire questo trend. I ragazzi di Rodgers invece, dopo il trionfo per 2-5 all’Etihad, sono usciti sconfitti dalle sfide con West Ham e Aston Villa e faranno di tutto per tornare in carreggiata.

La sesta giornata terminerà con le due gare del lunedì. Alle 18.30 scenderanno in campo Brighton e West Bromwich, mentre alle 21 sarà il turno di Burnley e Tottenham. Gli Spurs cercano riscatto dopo il rocambolesco pareggio per 3-3 contro il West Ham e una vittoria convincete con i Clarets è il modo migliore per ottenerlo.

di Andrea Gozio