Palermo, Spezia e le altre storie da favola della Coppa Italia 🏆

Onefootball

Giulia Polidoro

Immagine dell'articolo: Palermo, Spezia e le altre storie da favola della Coppa Italia 🏆

Come Cenerentola, che da semplice servetta danza con il principe al Gran Ballo, la storia della Coppa Italia è costellata di “piccole” arrivate a giocarsi tutto in una notte contro i giganti della Serie A.

Ecco le quattro favole più belle a cui abbiamo assistito nelle ultime edizioni di Coppa Italia.


2017/2018: il Pordenone fa tremare l’Inter

Stava per succedere.

Il 12 dicembre 2017, il Pordenone ha quasi centrato i quarti di finale di Coppa Italia dopo aver disputato una bellissima gara contro l’Inter conclusasi 0-0 nei tempi regolamentari.

Ai nerazzurri sono serviti i calci di rigore per battere i veneti, strappando così una vittoria per 5-4.


2015/2016: l’anno delle Cenerentola

Quelli appassionati delle storie (quasi) impossibili hanno goduto di un’edizione di Coppa Italia spettacolare nel 2015/2016.

Non soltanto lo Spezia, che ha raggiunto i quarti di finale battendo la Roma ai rigori, ma anche l’Alessandria, che, dopo aver superato proprio i liguri, si è dovuta inchinare al Milan in semifinale, perdendo per 6-0.


2011/2012: il Siena tra le big

Nel 2011/2012, il Siena neopromosso in Serie A ha fatto tremare le big del campionato.

Infatti, dopo aver battuto Chievo e Palermo nelle fasi finali, ha affrontato il Napoli in semifinale.

La partita è stata combattuta, ma alla fine i toscani hanno perso 3-2, permettendo ai partenopei di arrivare in finale e di laureasi campioni dopo aver sconfitto la Juventus per 2-0.


2010/2011: la rincorsa da sogno del Palermo

Nel 2011, invece, è stato il turno del Palermo di far sognare tutta Italia.

La squadra, con una cavalcata memorabile, ha raggiunto la finale, dove è stata battuta dall’Inter per 3-1.

I successi negli scontri precedenti contro Chievo, Parma e Milan, non sono stati inutili: grazie all’accesso in finale, la squadra siciliana si è guadagnata un posto in Europa League.