📸Mou in lacrime e dubbi sul futuro: "Resto a Roma? Fino a lunedì..." | OneFootball

Icon: OneFootball

OneFootball

Emilio Scibona·31 maggio 2023

📸Mou in lacrime e dubbi sul futuro: "Resto a Roma? Fino a lunedì..."

Immagine dell'articolo:📸Mou in lacrime e dubbi sul futuro: "Resto a Roma? Fino a lunedì..."

E un José Mourinho stremato e amareggiato quello che esce dalla “Puskas Arena” di Budapest dopo l’amara e beffarda sconfitta contro il Siviglia.

Il tecnico lusitano è stato ripreso in lacrime, ben distanti da quelle di felicità che pianse l’anno scorso a Tirana.


OneFootball Video


Immagine dell'articolo:📸Mou in lacrime e dubbi sul futuro: "Resto a Roma? Fino a lunedì..."

i

Questo il commento dello Special One in merito alla sconfitta ai microfoni di DAZN: “Io ho detto ai giocatori dopo la partita, con loro parlo in modo onesto, ho vinto 5 finali europee prima di questa e stasera non vado a casa meno orgoglioso rispetto alle 5 che ho vinto. Sono orgoglioso dei ragazzi: a loro ho detto o usciamo con la coppa o usciamo morti. Siamo usciti morti, i ragazzi sono stremati e anche io. È stata una finale durissima, abbiamo giocato almeno 150 minuti, il recupero è stato pazzesco”.

Il tecnico portoghese non ha nascosto poi la sua delusione per la gestione dell’arbitro Taylor: “All’influenza degli arbitri nelle nostre partite siamo abituati, non è una novità ma in una finale europea non me lo aspettavo. Sugli episodi basta guardare la bocca di Ibanez e si capisce tutto, basta guardare Lamela  che ha tirato il rigore e doveva avere il secondo cartellino giallo. La squadra che nel primo tempo ha giocato e attaccato meglio ha avuto tre gialli e loro nessuno. Pellegrini cade a terra e prende giallo, Ocampos simula un rigore annullato dal Var e non gli viene dato il giallo”.

Sul futuro Mourinho ha chiosato in modo sibillino: “Ho voglia di andare casa lunedì e di giocare domenica, purtroppo non potrò stare allo stadio, ho un record di sanzioni in Italia che sembra che sono un criminale. Lunedì stacco ho bisogno di vacanze. I presupposti per rimanere ci sono sicuramente fino a lunedì”.

Successivamente in conferenza stampa lo “Special One” ha messo le cose più in chiaro: “Voglio rimanere ma i miei giocatori meritano di più e anche io merito di più. Voglio lottare per un più. Sono stanco di essere allenatore e anche comunicatore. Voglio rimanere, ma a delle condizioni per dare di più”.

Sempre in conferenza Mou ha rincarato la dose su Taylor: “E speriamo che Taylor, grande arbitro, diriga partite solo in Champions e faccia lì le ca**te che ha fatto oggi, non in Europa League”.