Mou chiede i gol. Sul mercato rispuntano Azmoun e Yaremchuk

Logo: Pagine Romaniste

Pagine Romaniste

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fwww.pagineromaniste.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2021%2F04%2F1001751053-scaled.jpg&q=25&w=1080

Il Messaggero (S.Carina) – Ha fatto un certo effetto vedere nel giro di 48 ore la Roma faticare a produrre gioco con la Triestina, a fronte di una Lazio che venerdì dopo 40 minuti era avanti 4-0. Se il cliché estivo invita giustamente a diffidare dei risultati, non passa inosservato come nelle prime tre uscite stagionali, con avversari non irresistibili, i 4 designati a guidare il reparto offensivo in questa stagione (Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan e Dzeko) siano rimasti a secco su azione (in gol soltanto Nicolò su rigore). Oggi ci riprovano: avversario a Frosinone il Debrecen (ore 19).

La fiducia di Mourinho in Edin Dzeko è totale, con la consapevolezza però che il mercato è ancora lungo. E se il sogno Icardi rimane subordinato a intrecci di mercato ancora in divenire (che prevedono tra l’altro la partenza di Edin), non debbono quindi sorprendere i ritorni di fiamma su Azmoun (dove però il Bayer Leverkusen è in netto vantaggio) e Yaremchuk, centravanti del Gent, reduce da un buon Europeo. Per l’ucraino sembrava fatta sino a qualche giorno fa con il Benfica, poi la brusca frenata. Il motivo è duplice: il club lusitano deve prima vendere Seferovic e soprattutto deve accedere alla Champions (ora è ai playoff). Tempo per inserirsi non manca. Due profili, Azmoun e Yaremchuk, simili. Per carta d’identità (26 e 25 anni), costi (18-20 milioni), caretteristiche fisiche e tecniche.

Menzionato in questo articolo
Visualizza l' imprint del creator