Milan, sarà l’anno di Brahim Diaz? | OneFootball

Milan, sarà l’anno di Brahim Diaz?

Logo: PianetaChampions

PianetaChampions

BRAHIM DIAZ MILAN – Insieme ad Ante Rebic, Brahim Diaz è stato il migliore in campo nella gara d’esordio con l’Udinese: il tiro incrociato nell’azione del rigore; il dribbling e passaggio per la sovrapposizione di Calabria sulla destra sul secondo gol; il gol di rapina a sfruttare una palla vagante e il recupero con pressing altissimo, più passaggio preciso sotto le gambe del difensore, che Rebic ha sfruttato a dovere. Tutti i 4 gol, quindi, vedono lo spagnolo protagonista.

Partenza a razzo, sarà l’anno di Brahim?

Il malagueno è in prestito biennale dal Real Madrid con diritto di riscatto e controriscatto a favore dei Galacticos. Di conseguenza il suo futuro in rossonero non è per nulla scontato. A complicare la situazione, gli arrivi di De Ketelaere e Adlì nella sua posizione, ma nelle grandi squadre la concorrenza è essenziale e aiuta a tirare fuori il meglio di sè.

Brahim sta mettendo in difficoltà Pioli, il quale lo premia mettendolo tra i titolari. “Sono tutti forti e giocheranno tutti”, queste le parole del tecnico alla vigilia del match inaugurale. La stagione, comunque, è lunga ed è difficile fare un pronostico sull’annata dello spagnolo. Lo scorso anno Brahim chiuse con 3 gol e 3 assist, grazie ad uno standard elevatissimo avuto nella prima parte di campionato. Poi il covid e i problemi hanno fatto registrare un crollo delle sue prestazioni. Ulteriore dubbio è dato dal fatto che essendo un brevilineo, nel primo rush, Brahim va al doppio della velocità degli altri.

Le premesse, al pari dello scorso anno, sono potenzialmente ottime, da verificare il suo rendimento sul lungo periodo. Parola al campo come sempre!

Menzionato in questo articolo

Visualizza l' imprint del creator