đź“ťL'Inter ne mette 3 al Genoa, vittorie per Cagliari e Udinese

Logo: OneFootball

OneFootball

Andrea Agostinelli

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fwp-images.onefootball.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F24%2F2021%2F02%2FFBL-ITA-SERIEA-INTER-GENOA-1614525394-1000x750.jpg&q=25&w=1080

Sono tre le partite della 24a giornata di Serie A che si sono giocate questo pomeriggio alle 15:00.

L’Inter infila la sua nona vittoria casalinga consecutiva imponendosi per 3-0 sul Genoa mentre Leonardo Semplici debutta sulla panchina Cagliari imponendosi per 2-0 sul campo del Crotone, primo successo dopo 16 partite senza vittoria per i sardi.

Chiude il quadro la vittoria di misura dell’Udinese sulla Fiorentina.

  • Inter-Genoa 3-0
  • Udinese-Fiorentina 1-0
  • Crotone Cagliari 0-2

INTER-GENOA 3-0

L’equilibrio a San Siro dura 35 secondi, il tempo che Lautaro Martinez metta Romelu Lukaku nelle condizioni di esibirsi nel pezzo forte del suo repertorio: la fuga in campo aperto. Il belga arriva al limite dell’area di rigore e poi, variazione sul tema, calcia ad incrociare con il destro per il vantaggio interista.

Sono 18 i gol in campionato per il centravanti belga, sempre a -1 dall’attuale capocannoniere Cristiano Ronaldo.

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/resize?fit=max&h=721&image=https%3A%2F%2Fwp-images.onefootball.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F24%2F2021%2F02%2FFBL-ITA-SERIEA-INTER-GENOA-1614525378.jpg&q=25&w=1080

Nel secondo tempo, Lukaku sveste i panni del goleador e si trasforma in assist man regalando a Matteo Darmian il pallone del raddoppio nerazzurro: l’esterno interista riceve palla in area di rigore e con un preciso destro in diagonale trova l’angolino.

E’ il giusto epilogo all’assedio all’area di rigore genoana da parte della squadra di Antonio Conte, sempre più prima in classifica e giunta alla quinta vittoria consecutiva e all’ottavo risultato utile in fila.

Il gol del definitivo 3-0 realizzato da Alexis Sanchez, inoltre, rende ancora più dolce il +10 sulla Juventus e l’attesa di Roma-Milan, partita che potrebbe certificare i sette punti di vantaggio sul secondo posto.


UDINESE-FIORENTINA 1-0

Vittoria pesantissima per l’Udinese che alla Dacia Arena si impone per 1-0 sulla Fiorentina. Un risultato tutto sommato giusto dato che è la squadra di Luca Gotti a costruire le migliori opportunità.

Nel primo tempo una splendida imbucata di De Paul libera in area di rigore Stryger Larsen ma la conclusione dell’esterno bianconero da posizione defilata è respinta con il piede da Dragowski.

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/resize?fit=max&h=810&image=https%3A%2F%2Fwp-images.onefootball.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F24%2F2021%2F02%2FUdinese-Calcio-v-ACF-Fiorentina-Serie-A-1614525440.jpg&q=25&w=1080

All’alba del secondo tempo Molina raccoglie palla al limite dell’area e scarica un destro violento che esce di un soffio sopra la traversa.

A spezzare l’equilibrio in favore dei bianconeri ci pensa a tre minuti dalla fine Ilija Nestorovski con un perentorio colpo di testa su un cross con i giri contati di Rodrigo De Paul. Una rete che condanna la Fiorentina alla terza sconfitta nelle ultime quattro partite.


CROTONE-CAGLIARI 0-2

Parte forte il Crotone che nei primi minuti confeziona due incredibili occasioni da gol: al 3′ Di Carmine manca per un soffio la deviazione sotto porta sul cross di Rispoli mentre al 5′ Messias calcia alle stelle dopo essersi liberato a tu per tu con Cragno.

Tanti errori e tanta sfortuna per la squadra di Giovanni Stroppa che sempre nel primo tempo perde per infortunio Milos Vulic e Salvatore Molina.

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/resize?fit=max&h=810&image=https%3A%2F%2Fwp-images.onefootball.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F24%2F2021%2F02%2FFC-Crotone-v-Cagliari-Calcio-Serie-A-1614525783.jpg&q=25&w=1080

Nella ripresa il Cagliari cambia il corso della partita con due gol nell’arco di quattro minuti. Prima Leonardo Pavoletti svetta più in alto di tutti sul cross di Lykogiannis per il colpo di testa che porta in vantaggio i sardi mentre Joao Pedro infila all’incrocio dei pali il rigore guadagnato dallo stesso Pavoletti.

Il Crotone resta tristemente sul fondo della classifica incappando nella sua sesta sconfitta consecutiva, la nona nelle ultime dieci partite.