Ligue 1, tutti i verdetti della stagione: Nantes in Europa League | OneFootball

Ligue 1, tutti i verdetti della stagione: Nantes in Europa League

Logo: CalcioInPillole

CalcioInPillole

La Ligue 1 è ufficialmente terminata, e i suoi verdetti sono ormai certificati. A vincere la manifestazione è stato il PSG di Mauricio Pochettino, trascinato da uno splendido Kylian Mbappé e dalle grandi stelle della sfarzosissima rosa parigina. Les Parisiens tornano sul tetto di Francia dopo una stagione, scalzando il Lille dal trono transalpino. Deludente la stagione del Lione, che risulta essere fuori da ogni gioco europeo, mentre risultano ottime le annate di Marsiglia, Nizza e Rennes, arrivate tutte nelle primissime posizioni.

Ligue 1, tutti i verdetti della stagione

Come detto, è il PSG ad aver vinto il titolo di Francia, mentre Monaco e Marsiglia conquistano la qualificazione in Champions League. Gli uomini di Clement dovranno affrontare il preliminare della manifestazione, in quanto arrivati nel gradino più basso del podio. Les Phoceens conquistano invece un meritato secondo posto, con annesso accesso diretto alla fase a gironi. A guadagnarsi il posto in Europa League, oltre al Rennes quarto in classifica, è il Nantes, in quanto vincitore della Coppa di Francia. Il posto per la Conference League se lo prende meritatamente il Nizza di Galtier, che dopo un grande inizio di stagione si stabilizza in quinta posizione, davanti allo Strasburgo.

(Photo by SEBASTIEN SALOM-GOMIS/AFP via Getty Images)

La più cocente delle delusioni è invece rappresentata dal Lione, che conclude in ottava posizione e lontanissimo dalle qualificazioni alle coppe europee. Altro grande flop stagionale è stato il Lille, che dopo aver vinto il titolo di Francia nella scorsa stagione scivola inesorabilmente al decimo posto. Retrocedono Bordeaux, Metz. Il Saint Etienne, invece, riesce ad accedere agli spareggi grazie al pareggio sul campo del Nantes. I verdi per restare in Ligue 1 affronteranno l’Auxerre che ha vinto i playoff in Ligue 2.

Visualizza l' imprint del creator