La Sampdoria di Giampaolo ha la testa libera e punta su Sabiri | OneFootball

La Sampdoria di Giampaolo ha la testa libera e punta su Sabiri

Logo: Inter-News.it

Inter-News.it

La Sampdoria ha vissuto diversi momenti difficili, anche con Giampaolo. Il tecnico ha cambiato più volte modulo e ha trovato la salvezza con un 4-1-4-1 tutto fisico e con ricorso al gioco verticale.

TATTICA – Giampaolo nei suoi pochi mesi alla Samp ha dovuto far ricordo a diversa fantasia per far quadrare il cerchio. Nelle ultime uscite, decisive per conquistare la salvezza, il tecnico ha deciso di puntare su solidità e fisicità, abbandonando molto del suo credo basato su possesso, palleggio e tecnica. Anche contro la Fiorentina si è visto un 4-1-4-1 per coprire in larghezza tutto il campo e ingolfare il possesso avversario, con una mediana di giocatori fisici pronti al contrasto. In fase offensiva si punta ai cross, con Thorsby sempre pronto a riempire l’area, e sui tagli verticali da servire anche coi lanci lunghi.

STATISTICHE – La Sampdoria con 60 gol subiti è la settima peggior difesa del campionato. Di questi 34 sono arrivati nel corso del primo tempo. Con 46 gol segnati è anche il settimo peggior attacco. Un dato anche buono se pensate che l’attacco blucerchiato è terz’ultimo per tiri prodotti, sia totali che di media a partita. Ma di questi ben 13 sono arrivati su calcio piazzato. Il terzo miglior dato in Serie A. Con 90 gialli gli uomini di Giampaolo sono terzi in A per cartellini a sfavore. Per km percorsi la Samp è quint’ultima in campionato.

DETTAGLI – Vieira è il simbolo del cambiamento di Giampaolo nelle ultime partite, decisive per la salvezza: il classe 1998 è diventato titolare nell’ultimo mese ed è l’equilibratore fondamentale davanti alla difesa del 4-1-4-1. Candreva è il miglior giocatore della Samp su tutta la stagione: primo per rendimento secondo Whoscored, secondo per gol (7), primo per assist (10), secondo per km percorsi, primo per tiri, primo per occasioni da gol, terzo per passaggi medi (dopo due difensori centrali), primo per passaggi chiave. La novità degli ultimi mesi è Sabiri. Diventato addirittura secondo per rendimento generale secondo Whoscored, autore del gol al derby che di fatto ha salvato i blucerchiati, capace di giocare seconda punta, trequartista o esterno a sinistra. Grande spirito di sacrificio, ma con qualità sempre pronta ad emergere. Caputo e Quagliarella sono i grandi saggi dell’attacco. Il primo è stato decisivo nella salvezza: miglior marcatore con 11 gol, compresi tutti quelli pesanti nel periodo peggiore. Ma adesso che la salvezza è arrivata sta all’attaccante di Castellammare di Stabia arrotondare i suoi numeri.

Menzionato in questo articolo

Visualizza l' imprint del creator