La FIFA pronta a cambiare le regole delle commissioni | OneFootball

La FIFA pronta a cambiare le regole delle commissioni

Logo: Social Media Soccer

Social Media Soccer

L’ultimo affare di una certa rilevanza è stato quello che ha portato Erling Haaland al Manchester City.

Se si analizza l’andamento del mercato, il passaggio che ha portato il norvegese ai Citizens ha tutte le caratteristiche dell’affare.

Come riportato da The Athletic, il Manchester City per l’acquisto di uno dei top player del calcio europeo, ha versato circa 60 milioni di euro nelle casse del Borussia Dortmund, pagando la clausola rescissoria fissata dai tedeschi per non perdere il calciatore a zero al termine del contratto.

Questo trasferimento però, potrebbe essere uno degli ultimi grandi affari conclusi in termini di commissioni: circa 40 milioni di euro versati agli intermediari del calciatore norvegese, che portano la cifra totale dell’acquisto a 100 milioni di euro.

Secondo quanto trapelato infatti la FIFA avrebbe già pronta una bozza di regolamentazione molto più rigida per questo tipo di trasferimenti, dove il più delle volte intermediari o familiari riescono a strappare cifre esorbitanti facendo leva sul fatto di poter influenzare la scelta del calciatore stesso.

Questo cambiamento legislativo, che limiterebbe fortemente il peso delle commissioni, è nell'aria da tempo e molti tra i più importanti agenti di calciatori, hanno già pubblicamente criticato l’eventuale riforma in termini di rigidità.

Quest'estate, infatti, il Consiglio della FIFA intende approvare nuove restrizioni, così riassunte:

  • Un tetto massimo del 10% rispetto alla cifra contrattata per gli agenti che rappresentano i club acquirenti e i giocatori ingaggiati;
  • Limitazioni su quanto possono guadagnare dagli accordi anche coloro che agiscono per conto dei club venditori;
  • Un limite ai compensi per i membri della famiglia che non sono intermediari autorizzati;
  • L'istituzione di una camera di compensazione attraverso la quale devono passare tutti i pagamenti dei trasferimenti.

La FIFA punta a stabilizzare queste pratiche anche per tutelare i giovani calciatori, troppo spesso stretti nella morsa degli affari e quindi obbligati a compiere determinate scelte che potrebbero minare l’andamento della loro carriera.

Tuttavia, nonostante la FIFA abbia pronta tutta la documentazione con le relative specifiche l’attuazione della nuova normativa sui trasferimenti dovrebbe andare in opera prima dell'inizio della stagione 2023/2024.



ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER di socialmediasoccer.com

Visualizza l' imprint del creator