Juric: “Abbiamo fatto due regali e lì ci siamo sciolti. Si vedeva che non eravamo al massimo” | OneFootball

Juric: “Abbiamo fatto due regali e lì ci siamo sciolti. Si vedeva che non eravamo al massimo”

Logo: Pagine Romaniste

Pagine Romaniste

Ivan Juric, allenatore del Torino, è stato intervistato durante il post-partita di Torino-Roma 0-3. Queste le sue parole:

JURIC A DAZN

Una sconfitta non è il miglior modo per chiudere davanti al vostro pubblico, però questa sconfitta non deve rovinare una stagione che è stata molto positiva. È d’accordo?

Potrebbe essere una grandissima sconfitta, magari ci serviva un po’ per valutare delle cose. La squadra ha fatto molto bene nel primo tempo, fino a quando ha fatto abbiamo fatto due regali. Lì ci siamo sciolti, non abbiamo fatto una grandissima partita, si vedeva che non eravamo al massimo. Con squadra così paghi.

L’approccio di alcuni non è stato giusto?

Hanno fatto una grandissima partita. Nella prima mezz’ora dovevamo andare in vantaggio, poi abbiamo fatto due errori veramente banali, magari per mancanza di concentrazione, che all’ultima giornata ci può anche stare.

La partita di stasera è stata una serata storta, ma non può togliere nulla alla stagione straordinaria. È preoccupato di perdere tanti protagonisti di questo progetto?

C’è sempre un po’ di preoccupazione. Questo l’ho visto soprattutto a Verona. Sapevamo che avessimo tanti in scadenza, in prestito con riscatti molti alti. La squadra ha fatto un campionato eccezionale, ad alti livelli. Questa partita ci può servire molto.

Belotti resterà?

Non lo so sinceramente. Abbiamo parlato la scorsa settimana. La società ha fatto la sua offerta, lui ci penserà e poi ci dirà la decisione.

Bremer è migliorato tantissimo, è già in grado di giocare a zona e non da marcatore coriaceo…

Penso che chi lo prende fa un grandissimo affare. Ha dominato il campionato. Persona magnifica, tanto lavoro e tanta volontà di migliorarsi. E’ anche uno dei motivi per cui sono venuto, vedevo questa potenzialità inespressa. Si usa sempre meno il reparto. Vedo il Milan che però non fa reparto, ci sono quei due che accorciano dappertutto. Tante squadre accettano situazioni diverse. Accorciano ovunque, i difensori moderni sono così e bisogna cercare giocatori così. Anche Rodriguez ha giocato un bellissimo campionato, non ha le doti di Bremer ma ha l’intelligenza di gestire queste situazioni.

Rodriguez ha sempre fatto l’esterno, lei lo ha messo come terzo di difesa e ha fatto un grande campionato…

Doveva andar via, erano scontenti di lui e poi ha fatto un grandissimo campionato. Questo dimostra che non è solo una questione di forza fisica. Rodriguez riesce a giocare così perché è molto intelligente. Bremer va bene dappertutto secondo me. Quest’anno ho notato da lui scalate e letture fantastiche, è un giocatore davvero completo.

Menzionato in questo articolo

Visualizza l' imprint del creator