Il paradosso del protocollo: con lo stop sconfitta a tavolino in Champions | OneFootball

Il paradosso del protocollo: con lo stop sconfitta a tavolino in Champions

Logo: OneFootball

OneFootball

Giulia Polidoro

Il nuovo protocollo Covid: perfetto per la Serie A, molto meno per la Champions.

Come si legge sulle pagine di Repubblica, infatti, c’è una pericolosa incongruenza tra il regolamento della Serie A e quello della Uefa per le competizioni internazionali.

Il primo prevede lo stop delle attività sportive della squadra, con conseguente annullamento delle partite previste, nel caso in cui almeno il 35% dei giocatori sia indisponibile (quindi, per un totale di 9).

Quello che interessa le coppe europee,  invece, conferma il rinvio delle gare solo nel caso in cui ci siano meno di 13 giocatori disponibili (quindi con almeno 11 positivi).

Questa differenza nelle due regolamentazioni potrebbe inguaiare seriamente le squadre italiane. Nel caso in cui, infatti, un club venisse bloccato dal protocollo in Italia, rischierebbe di perdere la sfida di Champions a tavolino, impossibilitato a presentarsi all’appuntamento.

È già successo al Tottenham e gli Spurs hanno pagato con sconfitta e conseguente eliminazione dall’Europa Conference League.