Il motivo per cui Antonio Conte è esploso dopo la partita di Bergamo

Logo: OneFootball

OneFootball

Francesco Porzio

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fwp-images.onefootball.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F24%2F2020%2F08%2FSS-Lazio-v-FC-Juventus-TIM-Supercup-1596355347-1000x750.jpg&q=25&w=1080

C’erano una volta due innamorati. Quando nel dicembre 2018 Beppe Marotta è diventato il nuovo AD dell’Inter aveva in mente solo un nome per riportare l’Inter in alto: Antonio Conte.

Un nome sinonimo di vittoria, che in qualche modo ha confermato anche quest’anno questo suo animo vincente. Non ha alzato trofei (per ora) è vero, ma Conte ha portato all’Inter una mentalità nuova. Una mentalità per cui se non si vince è un dramma, e la vittoria deve essere la normalità.

Qualcosa però tra i due si è rotto. Lo si capisce dalle parole di Conte, che da qualche settimana elogia solamente la sua squadra, senza mai nominare i dirigenti, con cui Conte è da mesi che fatica a comunicare. La permanenza di Zhang in Cina per motivi forzati dalla situazione legata al Coronavirus non aiuta il dialogo tra le parti, anzi.

Ma perchè Conte si è infuriato dopo la partita di Bergamo? L’allenatore nerazzurro non ha digerito il fatto che Beppe Marotta sia andato a parlare nel post-partita ai microfoni di DAZN e Sky Sport. Una presa di scena che ha fatto letteralmente impazzire Conte, che infatti lo ha fatto intendere: “A fine anno parleremo col presidente e faremo le valutazioni. Non mi piace quando la gente sale sul carro, si deve stare sempre sul carro, nei momenti positivi e negativi. All’Inter non è successo questo, pensavo ci fosse più protezione e così non è stato. Se si è deboli, diventa difficile proteggere squadra e allenatore”.

Parole chiare, con Marotta nel mirino. Adesso però resta da capire cosa accadrà: la frattura sembra insanabile, sarà addio a fine anno tra Antonio Conte e l’Inter?