📝 Il Milan fa 2-1: Kessié e Rebic mantengono vivo il sogno Scudetto

Logo: OneFootball

OneFootball

Giulia Polidoro

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fwp-images.onefootball.com%2Fwp-content%2Fuploads%2Fsites%2F24%2F2021%2F02%2FAS-Roma-v-AC-Milan-Serie-A-1614548011-1000x750.jpg&q=25&w=1080

Il Milan batte la Roma: i gol di Kessié e Rebic valgono i tre punti. Ai padroni di casa non basta la bella rete di Veretout, che batte Donnarumma con un grande destro.

La squadra di Pioli si aggiudica il big match contro i giallorossi e mantiene vivo il sogno Scudetto.

Roma 1
Milan 2
Terminata

Bastano otto minuti per infiammare Roma-Milan.

In un inizio di gara esplosivo, i rossoneri vanno a segno due volte con Tomori e Ibrahimovic, ma le reti vengono annullate dall’arbitro in entrambe le occasioni per fuorigioco.

Dopo un quarto d’ora di totale soggezione, i giallorossi ritrovano la propria dimensione all’interno della sfida e riescono a rendersi pericolosi in più occasioni.

Al 28′ è ancora una volta il direttore di gara a vanificare il gol del vantaggio: Mkhitaryan va a segno di testa, ma un fallo di Mancini su Kjaer nel corso dell’azione vale l’annullamento dell’1-0.

Nonostante azioni spettacolari e grandi parate dei portieri, l’unica rete valida del primo tempo la segna Kessié, al 43′, su calcio di rigore: un fallo ingenuo di Fazio su Calabria vale il tiro dal dischetto, prontamente realizzato dal centrocampista ivoriano.

Una gara segnata dai gol, ma anche dagli infortuni. Tra la fine del primo tempo e il secondo sono costretti a lasciare il campo per problemi fisici Calhanoglu (nell’intervallo), Ibrahimovic (al 56′) e Rebic (al 67′) .

Al 50′ arriva il pareggio della Roma: con un destro potentissimo Veretout riesce a beffare un Donnarumma fino a quel momento eroico.

Passano soltanto otto minuti prima del nuovo vantaggio rossonero: Pau Lopez sbaglia un rinvio che, intercettato da Saelemaekers, arriva a Rebic, che segna il 2-1 con un sinistro chirurgico.

La gara è combattuta fino all’ultimo minuto: le due squadre si affrontano a viso aperto, arrivando più volte alla conclusione e impegnando a cadenza regolare i due portieri.

Ad aggiudicarsi la gara, al 95′, è il Milan di Pioli. I rossoneri complessivamente riescono a rendersi più decisivi, sfiorando più volte il gol del 3-1 e lasciando un’impronta chiara sul match.