Il messaggio di Vecino: "C'è un tabù nel calcio, lasciamoci aiutare. Il 38% dei calciatori..." | OneFootball

Il messaggio di Vecino: "C'è un tabù nel calcio, lasciamoci aiutare. Il 38% dei calciatori..."

Logo: FC Inter 1908

FC Inter 1908

La morte del giocatore Santiago Garcia ha scosso il mondo del calcio. Da quanto emerso sembra che l'uruguaiano soffrisse di una forma acuta di depressione.

Santiago Garcia, 30enne uruguaiano del Godoy Cruz, è stato trovato morto nel suo appartamento di Mendoza. Si sarebbe tolto la vita in tarda mattinata. Come raccontato dalla Gazzetta dello Sport, il calciatore soffriva da tempo di una forte depressione.

Instagram

Il messaggio condiviso da Matias Vecino

“La salute mentale non può continuare ad essere ignorata! È un nostro obbligo evitare che continui ad essere un tabù, soprattutto nel calcio. La mente è importante quanto il corpo o la tecnica! Secondo uno studio il 38% dei calciatori soffre di depressione o altri problemi mentali. È ora di aprire gli occhi e lasciarci aiutare! È sempre più fondamentale la presenza di un mental coach o di uno psicologo nello sport professionistico”. Con queste parole, condivise da diversi calciatori proprio in riferimento alla recente tragedia che ha scosso il calcio sudamericano e globale, Matias Vecino ha voluto porre l’accento su un tema molto delicato e importante.

Menzionato in questo articolo

Visualizza l' imprint del creator