I migliori calciatori classe 2003 del calcio europeo | OneFootball

I migliori calciatori classe 2003 del calcio europeo

Logo: Grand Hotel Calciomercato

Grand Hotel Calciomercato

Il 2021 doveva essere il loro anno e lo è stato. Parliamo dei calciatori classe 2003 che tra la scorsa e quest'inizio di stagione si sono messi in mostra e hanno compiuto 18 anni. Maggiore età uguale maturità, ma il calcio fa eccezione per precocità. Almeno in Europa, perchè molti ragazzi stanno già stupendo, alcuni da titolari nei top club europei. A marzo ci eravamo "divertiti" a stilare questa lista.

Previsioni azzeccate stando a un'altra lista, quella per il premio Kopa 2021, il riconoscimento che si assegna al miglior Under 21 dell'ultima stagione. Dei profili che avevamo tracciato, Bellingham, Musiala e Wirtz non potevano non esserci dopo aver brillato in Bundesliga. Pedri, ormai una star, ha fatto addirittura doppietta prendendosi la candidatura anche per il Pallone d'Oro.

Florian Wirtz

Ma chi sono i migliori prospetti nati nel 2003? Per trovare l'elite bisogna volare in Germania dove giocano tre ragazzi dal futuro assicurato. Il primo è certamente Florian Wirtz, trequartista offensivo del Bayer Leverkusen, vero e proprio crak della Bundesliga. Cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Colonia, a gennaio dello scorso anno il Bayer ha acquistato il suo cartellino, lanciandolo fin da subito tra i tiolari. E lui non ha tradito le attese: Il 6 giugno 2020 è diventato il più giovane marcatore nella storia della Bundesliga segnando all'età di 17 anni e 34 giorni. Avversario? Il Bayern Monaco. E in questo primo scorcio di 2021-22 sta trascinando il Bayer Leverkusen in vetta alla classifica.

Jude Bellingham

Già nazionale inglese, Jude Bellingham del Borussia Dortmund fa parte della nididata di giovani terribili del club della Renania. Nato nei sobborghi di Birmingham, cresce calcisticamente nei Blues. Nell'estate 2020 il Dortmund mette gli occhi su di lui dopo un campionato di Championship dominato con il suo talento. Assegno da 30 milioni di euro e volo per la Germania.

Jamal Musiala

Gol all'Olimpico nell'andata degli ottavi di finale di Champions League tra Lazio e Bayern Monaco. Tempo trascorso: 24 minuti. Gli stessi che ci ha messo la Lazio per capire le qualità di Jamal Musiala e mettere una pietra sopra alla qualificazione. Un po' più di tempo invece si è presa la Germania per cogliere il suo talento. Nato a Stoccarda da padre anglo-nigeriano e madre tedesca, Musiala è cresciuto calcisticamente in Inghilterra, facendo tutta la trafila delle giovanili con il Chelsea e la Nazionale dei Tre Leoni.

Poi nel 2019 i radar bavaresi si sintonizzano su Londra, non tanto per lui quanto per Hudson-Odoi. Offerte, trattative e corteggiamenti che non vanno a buon fine. Grazie, arrivederci. Anzi no, ci portiamo via Musiala. Contratto giovanile, indennizzo per la valorizzazione e via in Germania. L'esordio, i record e la nuova scelta della Nazionale tedesca. Poche settimane fa anche il contratto: scadenza 2026 e saluti a tutti gli interssati.

La lista completa

Oltre ai sopracitati ci sono anche Jeremy Doku, centrocampista offensivo del Rennes che ha impressionato con il suo Belgio nei quarti di finale di Euro 2020 contro l'Italia. Mason Greenwood ormai stabile nelle rotazioni di Ole Gunnar Solksjaer nel Manchester United e di Gareth Soutghate con l'Inghilterra, così come Bukayo Saka nell'Arsenal.

Ancora Borussia Dortmund con Giovanni Reyna che non è più una sorpresa. Così come non sono più sorprese Ryan Gravenberch, gioiellino del centrocampo dell'Ajax e Nuno Mendes, fresco di chiamata nel Paris Saint Germain delle stelle e in gol contro il Manchester City in Champions League.

Gli altri  "ragazzini" da tenere d'occhio

Sono tanti altri i giovani 2003 che si stanno mettendo in luce in Europa. Dopo il viagio in Germania, il viaggio si sposta in Francia dove Rayan Cherki, sta cercando i suoi spazi a Lione da due anni. In pianta stabile in prima squadra, ha ancora un utilizzo a singhiozzo ma il futuro è sicuramente dalla sua. Vero e proprio prodotto del vivaio Olympique, ha già in cassaforte due record: primo giocatore classe 2003 ad aver esordito nella massima serie francese e a 16 anni e 102 giorni è diventato il secondo più giovane esordiente in Champions League dietro a Celestine Babayaro.

Sempre in Francia due ragazzi transalpini stanno cercando spazio. Lucas Gourna-Douath attaccante del Saint-Étienne e Elye Wahi centrocampista centrale del Montpellier. Cosi come Ilaix Moriba centrocampista del Barcellona, che ha già esordito sia in Liga che in Champions League. Per chiudere la panoramica ci spostiamo in difesa: Devyne Rensch, terzino destro dell'Ajax, al primo gol in Eredivisie e Luca Netz, terzino destro dell'Hertha Berlino. Berlinese di nascita e scuola calcistica, è il gioiello del club della capitale.

Menzionato in questo articolo

Visualizza l' imprint del creator