Henry, Kristensen, Jović e… Le 5️⃣ sorprese della 14ª giornata di Serie A | OneFootball

Icon: OneFootball

OneFootball

Marco Alessandri·5 dicembre 2023

Henry, Kristensen, Jović e… Le 5️⃣ sorprese della 14ª giornata di Serie A

Immagine dell'articolo:Henry, Kristensen, Jović e… Le 5️⃣ sorprese della 14ª giornata di Serie A

Il 14° turno di Serie A ci raccontato un’Inter straripante, che ha fatto suo il big match del Maradona contro il Napoli e si è ripresa la vetta, ricacciando a -2 la Juventus e a -6 il Milan. Non solo la squadra di Inzaghi, però. Questa giornata di campionato, infatti, ci ha regalato tanti altri spunti.

Ecco le cinque sorprese del weekend.


OneFootball Video


Jović

Luka Jović entra nella stagione del Milan. Dopo una prima parte che definire deludente è essere buoni, l’attaccante ex Real Madrid batte finalmente un colpo e trascina i rossoneri alla vittoria contro il Frosinone di Eusebio Di Francesco. Un gol e un assist per il serbo, che per una volta non ha fatto sentire la mancanza dello squalificato Olivier Giroud.

Immagine dell'articolo:Henry, Kristensen, Jović e… Le 5️⃣ sorprese della 14ª giornata di Serie A

Buoni segnali per Pioli, dopo che già nel brutto ko contro il Borussia Dortmund Jović era stato tra i più pericolosi dell’attacco del Diavolo, colpendo un clamoroso palo e obbligando Kobel a una respinta d’istinto. Che il gol contro i ciociari possa rappresentare un nuovo inizio per il classe ’97?


Zapata

Signore e signori, si è svegliato Duvan Zapata. La prima vera prova in maglia granata del bomber colombiano arriva contro la “sua” Atalanta e non poteva essere altrimenti. Due gol per prendersi una bella rivincita e guidare il Torino al ritorno alla vittoria dopo due partite.

Immagine dell'articolo:Henry, Kristensen, Jović e… Le 5️⃣ sorprese della 14ª giornata di Serie A

Prestazione da vero Zapata, come in Piemonte ancora non si era visto, e lacrime di gioia nel post partita. Una scena bellissima, che ha commosso tifosi e addetti e ha fatto capire quanto fosse difficile il periodo vissuto dal gigante Duvan.


Lykogiannis

Thiago Motta sorprende tutti e lascia Joshua Zirkzee in panchina nella trasferta di Lecce, spiazzando addetti e fantallenatori. Senza l’olandese, allora, chi fa gol per i rossoblù? Una domanda che ci siamo posti in molti vedendo il complicato pomeriggio della squadra di Motta, che al Via del Mare stava faticando non poco.

Ecco che, allora, per scardinare la difesa giallorossa serviva una magia. Ci ha pensato l’uomo che non ti aspetti, Charalampos Lykogiannis, che al 68′ disegna un arcobaleno magnifico su punizione e batte Falcone. Una rete che per pochissimi centimetri, o secondi, non è valsa la prima vittoria esterna degli emiliani in questo campionato.


Henry

Guarda un po’ chi si rivede. Nel pazzo match di Udine, in cui i padroni di casa gettano via due volte una vittoria che sembrava ormai cosa fatta, l’Hellas Verona si aggrappa a Thomas Henry e per la seconda partita consecutiva riprende una gara che si era messa salita.

Immagine dell'articolo:Henry, Kristensen, Jović e… Le 5️⃣ sorprese della 14ª giornata di Serie A

Per il francese è il primo gol da quasi un anno e mezzo, ovvero da quel Bologna-Verona del 21 agosto 2022. Da allora zero gioie, anche e soprattutto per il bruttissimo infortunio al ginocchio che a gennaio 2023 ha tolto l’ex Venezia dai giochi. Bentornato, dunque.


Kristensen

Una Roma ancora una volta non bellissima, ma ‘gagliarda’, vince a Sassuolo e aggancia il 4° posto del Napoli per la prima volta da inizio stagione. Il campionato, insomma, si sta mettendo bene per i giallorossi, che dopo una partenza difficile stanno trovando la quadra.

Immagine dell'articolo:Henry, Kristensen, Jović e… Le 5️⃣ sorprese della 14ª giornata di Serie A

Al Mapei la partita si era complicata subito, con il gol di Matheus Henrique e i miracoli di Consigli a mettere alle strette i ragazzi di Mourinho. Il portoghese, come spesso accade, ha pescato dalla panchina i giocatori della svolta. O meglio, il giocatore: Rasmus Kristensen. Per una volta, l’esterno danese si è preso gli applausi della propria gente con un rigore procurato e il gol del sorpasso. Pomeriggio indimenticabile.