📸 Gol di mano ma niente VAR: ci pensano allenatore e le punizioni divine | OneFootball

Icon: OneFootball

OneFootball

Andrea Agostinelli·24 febbraio 2022

📸 Gol di mano ma niente VAR: ci pensano allenatore e le punizioni divine

Immagine dell'articolo:📸 Gol di mano ma niente VAR: ci pensano allenatore e le punizioni divine

Clamoroso in Conference League. In Qaarabag-Marsiglia è stato inizialmente convalidato un gol segnato da Ibrahima Wadji con la mano.

L’episodio è avvenuto al 34′ del primo tempo con l’attaccante senegalese del Qaarabag che ha anticipato il portiere del Marsiglia Mandanda su un cross dalla sinistra colpendo il pallone con il braccio tentando un colpo di testa.

In Conference League il VAR non è attivo e quindi il direttore di gara, non ravvisando irregolarità, ha inizialmente convalidato il gol.

Immediate sono scattate le proteste dei giocatori del Marsiglia sia nei confronti dell’arbitro che dello stesso Wadji. Il direttore di gara ha chiesto direttamente all’attaccante, che si è fatto convincere dal suo allenatore, Qurban Qurbanov, e alla fine ha confessato.

Al termine della partita, il giocatore senegalese ha anche affermato che il centrocampista dell’OM Matteo Guendouzi gli avrebbe detto: “Fratello, tu sei musulmano, se non dici la verità Dio ti punirà”.

Al termine dalla sfida Jorge Sampaoli ha applaudito il gesto del collega: “Non avevo mai visto un tale gesto di fair play dal vivo. Quando vedo un giocatore o un allenatori capaci di riconoscere un errore, provo vergogna per il mio spirito eccessivamente competitivo”.