Genoa-Sassuolo 1-2, Raspadori e Berardi alimentano il sogno Europa

Logo: CalcioInPillole

CalcioInPillole

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fimgcip.storage.googleapis.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2021%2F05%2F09132631%2F1002569179-scaled.jpg&q=25&w=1080

Due filosofie di gioco completamente differenti a confronto. Possesso palla, passaggi corti e veloci, esaltazione delle doti tecniche per i neroverdi; ripartenze, tentativo di sfruttare gli spazi lasciati dagli avversari per i padroni di casa. Alla fine, a uscire vincitrice dal lunch match è il Sassuolo che ha battuto il Genoa 2 a 1. Una vittoria meritata per la compagine di De Zerbi che viaggia sulle ali dell’entusiasmo e ha dato vita ad un’ottima partita, sbagliando pochissimo dal punto di vista tecnico e concedendo poco ad un Genoa non particolarmente brillante.

Grazie ai tre punti conquistati oggi, il Sassuolo supera momentaneamente la Roma e si posiziona al settimo posto che, ad oggi, garantirebbe agli emiliani l’accesso alla Conference League.

Al 14′ il Sassuolo sblocca il risultato con Raspadori: il giovane attaccante riceve in area da un’ottima imbucata di Traoré e freddo come il ghiaccio spiazza Perin. Al 27′ Mariani annulla il gol del pareggio di Zajc: dopo aver rivisto l’azione al VAR, il direttore di gara ravvisa un fallo ai danni di Locatelli e fa ripartire dall’1 a 0 per i neroverdi.

Al 52′ Raspadori ha un’occasione d’oro per raddoppiare ma questa volta la punta – a tu per tu con il portiere – si fa ipnotizzare da Perin e manca il 2 a 0. Nel ribaltamento di fronte è il Genoa a sfiorare il pareggio con Goldaniga che fa tremare la traversa. Al 66′ è Berardi a segnare il 2 a 0: disastro di Masiello che regala palla al calciatore neroverde che da due passi non fallisce. All’85’ riaccende le speranze rossoblù Zappacosta, con un tiro a giro che si infila alle spalle di Consigli.

Visualizza l' imprint del creator