Facchetti: «Skriniar? Sull’Inter speculazione. Tocca ad Asllani, San Siro…» | OneFootball

Icon: Inter-News.it

Inter-News.it

·29 settembre 2022

Facchetti: «Skriniar? Sull’Inter speculazione. Tocca ad Asllani, San Siro…»

Immagine dell'articolo:Facchetti: «Skriniar? Sull’Inter speculazione. Tocca ad Asllani, San Siro…»

Gianfelice Facchetti era ospite oggi ai microfoni di Radio Sportiva. Il figlio dello storico capitano nerazzurro, Giacinto, ha parlato riguardo il rinnovo di Milan Skriniar con l’Inter, oltre che di Kristjan Asllani e della questione stadio.

SKRINIAR – Gianfelice Facchetti sulla questione legata al rinnovo del croato: «Spero che la storia abbia un lieto fine. Mi sembra ci sia un po’ troppa speculazione sull’Inter. Quest’estate era tutto fatto, tutti sicuri che andasse via, invece è rimasto. Ora dopo un mese se ne parla di nuovo, mentre al Milan sono sicuri Leao voglia rimanere. Mi sembrano realtà del nostro calcio con cui ormai dobbiamo imparare a convivere. Con i giocatori in scadenza ormai è sempre così». Da tifoso, condivide quella che è la speranza di ogni interista.

ASLLANI – Ha poi continuato parlando di Kristjan Asllani, pronto all’esordio con la Roma (vedi focus). Queste le parole di Facchetti: «Spero che possa essere il momento di Asllani. Lo abbiamo visto poco l’anno scorso ma si è fatto notare. Chi lo ha cresciuto ne parla benissimo. Forse è il momento di un azzardo di un po’ di coraggio in più».

STADIO – Conclude poi dicendo la sua sulla questione stadio, a cui non può che essere affezionato: «Se San Siro è un problema allora lo sono tutti gli stadi italiani. Non nego che serva uno stadio attivo 7 su 7 che offra anche altri servizi. Sarebbe stato bello ristrutturarlo come il Camp Nou e Santiago Bernabeu. Non c‘è un ingegnere che ha dato delle motivazioni sul perché non si possa fare anche con San Siro. Uno stadio più piccolo in una citta che cresce a me fa specie. Un luogo piccolo non porta a pensare in grande. Non penso nemmeno possa portare dei vantaggi, la Juventus ha le sue difficoltà economiche nonostante lo stadio di proprietà». Termina così l’intervento di Gianfelice Facchetti a Sportiva.

Visualizza l' imprint del creator