Europa League: le prime volte di Granada e Molde agli ottavi | OneFootball

Europa League: le prime volte di Granada e Molde agli ottavi

Logo: CalcioInPillole

CalcioInPillole

Che sorpresa! Il Granada e il Molde raggiungono per la prima volta gli ottavi di finale di Europa League per la prima volta nella loro storia. Il destino ha voluto anche che si scontrassero per accedere ai quarti. I norvegesi sono all’apice della loro storia europea, dato che in altre stagioni hanno provato ad arrivare fin qui, ma gli spagnoli si trovano qui alla prima partecipazione in assoluto nella competizione.

Partendo dal Molde, è una squadra che ha provato a mettersi in mostra in campo europeo dalla metà degli anni ’70, imparando dall’esperienza delle sconfitte e crescendo sempre di più nel proprio piccolo. Il debutto è stato un sogno infranto all’ultimo. Era la stagione 1975-76 e l’avversario pescato nel primo turno preliminare poteva considerarsi abbordabile: l’Östers. All’andata finì 1-0 per i norvegesi allora allenati da Jack Johnson, grazie alla rete di Kjell Westerdahl al 70′. Nella gara di ritorno, tutto si vanificò con un netto 6-0 per gli avversari.

Nella stagione 1995-96, per il Molde arriva nelle coppe europee il primo avversario degno di nota: il Paris Saint-Germain, nella vecchia Coppa delle Coppe. I francesi avevano raggiunto la semifinale nell’edizione precedente, trionfando invece con il secondo titolo di Francia. La partita tra le due squadre è valida per il primo turno di qualificazione. L’andata termina con un 3-2 in casa dei parigini, il ritorno è un secco 3-0 in Norvegia. Niente da fare, ancora fuori.

La prima volta che il Molde riesce a qualificarsi per la fase a gironi in Europa è nella Champions League 1999/2000. Il girone è un vero banco di prova: Porto, Real Madrid, Olympiacos. Porto e Real vanno agli ottavi, i greci terzi in Coppa UEFA, mentre il Molde chiude ultimo, riuscendo probabilmente a rispettare i pronostici. L’unica gioia è la vittoria in casa per 3-2 contro l’Olympiacos: gli unici 3 punti conquistati.

La prima partecipazione alla nuova Europa League avviene nella 2010/11, ma anche qui l’ultimo posto non glielo ruba nessuno, contro Copenaghen, Stoccarda (qui vittorioso sia all’andata che al ritorno) e Steaua Bucarest. Passi avanti sì, ma senza pass per i sedicesimi. Il salto di qualità si nota nella stagione 2015/16, e che salto! Primo posto nel girone, sempre di Europa League, davanti al Fenerbahçe, ma sopratutto con Ajax e Celtic eliminate. Una soddisfazione immensa con 11 punti. In più, la vittoria per 1-0 in casa sul Siviglia nell’andata dei sedicesimi. Poi, un 3-0 in Spagna cancella tutto.

Dopo le eliminazioni ai playoff in Europa e poi Champions League dal 2018 al 2020, questa stagione sarà quella da ricordare per il futuro. Il Molde capita nel gruppo A di EL con l’Arsenal, ma anche con Rapid Vienna e gli irlandesi del Dundalk, alla seconda partecipazione in assoluto nella fase a gironi dopo quella di 4 stagioni fa. Secondo posto a 10 punti, tutti ottenuti con le squadre di pari livello, anche perché con i ragazzi di Wenger i numeri dicono un gol fatto e 7 subiti. Importante è la conquista della fase ad eliminazione diretta.

L’avversario è l’Hoffenheim: il Molde non ha paura. Pareggia 3-3 in casa con i gol di Ellingsen, Eirik Andersen e Datro Fofana. Il ritorno in Germania ha dell’incredibile: vittoria per 2-0 con la prima qualificazione agli ottavi di finale. A segno ancora Andersen, che con una doppietta permette di far sognare i propri tifosi. Il tecnico Erling Moe difficilmente dimenticherà l’opera compiuta dai suoi ragazzi.

Oggi sono stati definiti gli ottavi di finale nella sede di Nyon. L’11 marzo, ore 21, al Nuevo Estadio de Los Cármenes, il Molde giocherà contro il Granada, giunto qui alla prima volta in Europa, dopo esser stato promosso in Liga l’anno prima ed aver eliminato il Napoli di Gattuso ai sedicesimi. Il ritorno è in programma per giorno 18, alle ore 18:55.

Il Granada è stato promosso in Liga nella stagione 2018/19, arrivando al posto della Segunda División spagnola con 79 punti. L’anno dopo, un fondamentale posto permette ai Rojiblancos di giocare per la prima volta in Europa. La squadra allenata da Diego Martinez è partita dal secondo turno preliminare. È riuscita a battere agli albanesi del Teuta per 4-0 in trasferta, i georgiani della Lokomotivi Tbilisi per 2-0 e il Malmo per 3-1 ai playoff. Gli spagnoli si sono qualificati dopo aver raggiunto il 2° posto nel gruppo E, a -1 dal PSV Eindhoven capolista. Il bilancio recita un totale di 11 punti, frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta. Si sono dimostrati leggermente più forti in casa, conquistando 6 punti su 9 totali.

Granada e Molde: due prime volte diverse, tutte da seguire, in Europa.

Visualizza l' imprint del creator