Dolberg saluta e ringrazia l’Ajax: nuova avventura al Nizza | OneFootball

Icon: Footbola

Footbola

·29 agosto 2019

Dolberg saluta e ringrazia l’Ajax: nuova avventura al Nizza

Immagine dell'articolo:Dolberg saluta e ringrazia l’Ajax: nuova avventura al Nizza

Finisce l’avventura di Dolberg all’Ajax che, dopo 3 anni, ha deciso di venderlo grazie all’ottima offerta del Nizza e allo stile di gioco di Ten Hag. Il danese, tra infortuni e scelte tecniche, era costretto a passare piú tempo in panchina che in campo: il tecnico, con il tridente leggero composto da Tadic-Neres-Ziyech, ha visto sempre meno il ragazzo che non riusciva piú ad incidere come in passato a causa di una fiducia sempre più scarsa e di un Huntelaar spietato sotto porta. Il suo addio vale una grandissima plusvalenza per gli ajacidi che continuano a far quadrare perfettamente i conti della società.

DOLBERG E QUEL TALENTO MAI SBOCCIATO: LA LIGUE 1 PER IL RILANCIO

Kasper Dolberg si é trasferito all’Ajax nella stagione 2016-2017 nella quale venne schiarato come titolare inamovibile da Bosz che riuscì a portarlo in finale di Europa League, persa contro il Manchester United di Mourinho per 2-0. Quello fu un anno magico per il talento danese, acquistato per soli 200.000 euro dal Silkeborg: il ragazzo ha un impatto incredibile sull’Eredivisie con 16 centri in 29 partite ed un passo che non é stato lontano dal capocannoniere Jorgensen che chiuse a 21 marcature, con la vittoria del campionato.

La punta ha sorpreso tutti per il suo colpo di testa, perfetto per stacco ed inserimento: il controllo palla é un altro plus che gli permette di trovarsi a suo agio nel cuore dell’area. Segna come può, con una freddezza sottoporta che ricorda i bomber rapaci e lesti in mischia. Dopo un anno a grandi livelli, il secondo non é all’altezza a causa di tanti infortuni che ne minano l’utilizzo e la continuitá: solo 6 gol in 23 partite, buona parte delle quali partendo dalla panchina. Nella scorsa stagione, Ten Hag gli concede piena fiducia, ma con il passare del tempo realizza che il tridente con Tadic-Neres-Ziyech può far male soprattutto in Europa e pian piano accantona Dolberg, impiegato soprattutto in KNVB Beker e in campionato, anche se mai titolare nei big match. L’Ajax arriva in semifinale di Champions e raggiunge la vetta d’Olanda conquistando sia il campionato che la coppa nazionale e siglando il nuovo record di reti stagionali, alle quali Doberg contribuisce in piccola parte.

Il momento di cambiare aria comincia a farsi sentire ad inizio mercato, quando Overmars si siede al tavolo per trattare con il miglior offerente. Proprio nell’ultima settimana utile, il Nizza mette sul piatto 20 milioni di euro che, rispetto ai 200.000 spesi dall’Ajax per prelevarlo dal Silkeborg, sono un’ottima plusvalenza. Arrivato l’ok dalla banca francese, non ci sono stati piú ostacoli per il suo trasferimento in Francia. A pochi passi dall’Italia e con la casacca rossonera, il danese ha tutta la voglia di imporsi in Ligue 1 alla portata delle sue doti tecniche: inoltre, la nuova societá ha rivoluzionato la squadra per poter ambire a traguardi importanti anche in Europa. Il Nizza si trova attualmente a 6 punti con 2 successi e un ko proprio nell’ultimo weekend contro il Marsiglia. Nel 4-3-3 adottato da Vieria si andrá a collocare al centro del tridente d’attacco con Ganago e Sacko pronti a servirlo nel migliore dei modi per risaltare le sue qualitá da finalizzatore. L’occasione per imporsi nel vecchio continente é a portata di mano e Dolberg sa perfettamente che non puó farse sfuggire.

Visualizza l' imprint del creator