Come il rinnovo di Mertens cambia il mercato

Onefootball

Mario De Zanet

Immagine dell'articolo: Come il rinnovo di Mertens cambia il mercato

Voilà, colpo di scena. O forse no.

Dries Mertens sceglie di rimanere al Napoli. Una scelta di cuore, la prediletta dal belga.

Eppure le cose sarebbero potute andare diversamente: Mertens sarebbe potuto andare all’Inter e cominciare una storia nuova.

E, con il belga, a Milano le vie del mercato sarebbero state diverse.

La sua permanenza inevitabilmente spinge Milik lontano dal Vesuvio: le ultime settimane, contraddistinte dal tentennare di Mertens, avevano riavvicinato il polacco e il Napoli, ma ora il destino di Arek sembra segnato.

Milik vuole giocare e la permanenza di Mertens ne abbassa le opportunità di impiego.

La chiacchierata destinazione bianconera rimane un’ipotesi: i minuti non sarebbero garantiti, ma ci sarebbe Sarri ed un ambiente nuovo, inevitabilmente stimolante.

E l’Inter, ora, che farà? L’aspetto principale rimane il futuro di Lautaro.

Mertens era un’occasione d’oro, per la sua versatilità e per il suo status di parametro zero: Marotta non ha vinto questa battaglia, ma potrebbe cercare un nuovo giocatore nella stessa condizione.

Edinson Cavani è ancora incerto sul suo futuro e l’Inter potrebbe superare la concorrenza, principalmente, dell’Atletico Madrid.

Si tratta di un giocatore differente dal belga, ma compatibile sia con Lukaku sia con Lautaro: la Gazzetta, stamani, conferma la virata nerazzurra.

L’altra delusa dal rinnovo di Mertens è il Chelsea: i Blues sarebbero stati estremamente interessati, tanto che Lampard lo avrebbe chiamato ogni giorno per un certo periodo di tempo.

A Stamford Bridge cercano un grande nome, perché Pedro e Willian sono destinati ad andarsene.

Non sarà Mertens, rimangono accesi i fari su Moussa Dembélé, Victor Osimhen and Timo Werner.

L’ultimo nome, in particolare, sarà estremamente discusso.