🚑C'è lesione per Saelemaekers, attesa Calabria-Kjaer: il punto sul Milan | OneFootball

Icon: OneFootball

OneFootball

Mario De Zanet·2 ottobre 2022

🚑C'è lesione per Saelemaekers, attesa Calabria-Kjaer: il punto sul Milan

Immagine dell'articolo:🚑C'è lesione per Saelemaekers, attesa Calabria-Kjaer: il punto sul Milan

L’euforia del Castellani ancora risuona dentro i cuori rossoneri.

La razionalità però suggerisce al Milan d’esser cauto e ragionare sul conto dei feriti, aumentati di 3 unità nella trasferta toscana. Per ora, si conoscono con dovizia di particolari soltanto le condizioni di Alexis Saelemaekers: sono stati infatti eseguiti gli esami sul ginocchio del belga e non sono arrivate buone notizie.

È probabilmente finito il 2022 di Alexis Saelemaekers: “gli esami effettuati questa mattina hanno evidenziato una lesione parziale del legamento collaterale mediale. Il giocatore seguirà un trattamento conservativo”, ha comunicato il Milan domenica pomeriggio.

Il comunicato si traduce in uno stop tra le 6 e le 8 settimane, che presumibilmente lo esclude dal Mondiale e lo proietta ad uno stop sino a fine anno, con un ritorno previsto solo nel 2023.

Una pessima notizia per il Milan, che ora attende novità sugli altri due infortunati di Empoli: Calabria e Kjaer svolgeranno i rispettivi esami soltanto nella giornata di lunedì.

Per entrambi si tratta di un problema al flessore: domani si conoscerà l’entità. Sky però propone già una prognosi per il capitano del Milan e parla di 2022 finito.

Theo Hernandez ha svolto lavoro personalizzato, mentre Origi è tornato a lavorare parzialmente in gruppo: entrambi proveranno ad essere recuperato per il Chelsea, come riportato da MilanNews.

Rimane una situazione emergenza totale in vista della Champions, con il Milan da ricostruire: la difesa, ad esempio, è obbligata con Ballo-Touré(a meno che non recuperi Theo), Tomori, Kalulu e Dest.

A centrocampo c’è qualche opzione in più, ma Pioli dovrà capire il da farsi sulla fascia sinistra, con Saelemaekers e Messias out: un’alternativa potrebbe essere Krunic, ma non si può nemmeno escludere l’opzione De Ketelaere-Diaz insieme.