Carnevali: “I problemi li abbiamo tutti, dobbiamo collaborare. Scelte del genere non risolvono nulla”

Logo: Spazio Milan

Spazio Milan

Immagine dell'articolo: https://image-service.onefootball.com/crop/face?h=810&image=https%3A%2F%2Fwww.spaziomilan.it%2Fwp-content%2Fuploads%2F2021%2F04%2Fcarnevali.jpeg&q=25&w=1080

L’amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali, ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel prepartita di Milan-Sassuolo. Le sue parole:

Sulle parole di De Zerbi e la Super League:De Zerbi più che duro è stato giusto, ha detto il suo pensiero, che poi è quello dei giocatori e della società. Era difficile pensare che in 48 ore sarebbe finito tutto, ci siamo sentiti traditi dalle varie società. Sapevamo già in partenza che il progetto non potesse andare in porto, per due aspetti, poiché nel calcio è necessaria la meritocrazia. E poi per i tifosi, noi facciamo calcio per i tifosi

Come continuare adesso: “Io credo che i problemi sono tanti, è chiaro che c’erte problematiche su affrontano tutti insieme. Il sistema calcio va rivisto, senza dubbio, ma la super lega non so quanto possa risolvere il problema. I grandi club hanno difficoltà economiche, ma non solo loro, il problema è fi tutti. Queste scelte prese da queste grandi società è un qualcosa di poco corretto“.

Sapevate qualcosa?Non sapevamo assolutamente nulla, ma dobbiamo fare un passo oltre. In momenti come questi dobbiamo essere più uniti possibili. Dall’aspetto economico ai contratti con i giocatori, senza creare discussioni ogni volta, ma collaborando“.

Come bisogna comportarsi adesso con queste squadre?Da parte nostra, come Sassuolo, dobbiamo fare un salto avanti, non dobbiamo portare rancore ma dobbiamo cercare tutti insieme di risolvere i problemi.
Quaranta milioni per Scamacca? Noi chiediamo una cifra che pensiamo possa essere giusta, ma dall’altra parte deve esserci qualcuno che paga, se non può farlo non lo faccia. Se una squadra fa questi investimenti allora dovrebbe avere la disponibilità economica per farli.
Mi preoccupano molto che questi presidenti ragionino così, i problemi li abbiamo tutti, non sono queste le soluzioni