Onefootball

Belgio-Tunisia 5-2: Diavoli Rossi agli ottavi di finale


Il Belgio dà spettacolo e con un pokerissimo travolge la Tunisia e si qualifica agli ottavi di finale dei Mondiali di Russia 2018. I nordafricani riescono a opporre una flebile resistenza e vedono materializzarsi lo spettro dell'eliminazione.

Il Ct del Belgio Roberto Martinez conferma il 3-4-3 e schiera nel tridente offensivo Hazard e Mertens ai lati del centravanti Romelu Lukaku. Nabil Maaloul schiera invece la Tunisia con un 4-3-3 che vede un attacco composto da Ben Youssef, Khazri e Badri. I Diavoli Rossi partono forte e al 5' conquistano subito un calcio di rigore per fallo di Ben Youssef su Hazard all'ingresso in area. Sul dischetto va lo stesso giocatore del Chelsea, che insacca spiazzando il portiere sulla sinistra.

La squadra di Martinez continua a spingere e al 16' arriva anche il raddoppio: Mertens serve in area Lukaku, che controlla sulla sinistra dell'area, difende palla con il fisico e insacca nell'angolino basso più lontano. Le Aquile di Cartagine si rialzano e al 18' hanno un sussulto con cui riaprono la contesa: punizione dalla trequarti di Khazri, a centro area Dylan Bronn anticipa tutti e di testa accorcia le distanze.

Quello della Tunisia è però solo un fuoco di paglia e lo stesso autore del goal si fa male e deve lasciar spazio a Nagguez. Prima della fine del primo tempo poi Lukaku si inserisce bene in area e con lo scavetto supera ancora Ben Moustapha, raggiungendo Wilmots come massimo bomber di sempre del Belgio ai Mondiali (5 goal).

La Tunisia perde anche Ben Youssef (al suo posto Benalouane) e nella ripresa Hazard chiude di fatto i giochi beffando la difesa nordafricana in velocità e superando anche Ben Mustapha al 54'. I ragazzi di Martinez sfiorano la cinquina due volte con al 76' con il nuovo entrato Batshuayi ma prima un salvataggio sulla riga, poi la traversa gli negano la gioia del goal.

L'attaccante del Borussia Dortmund però non si abbatte e al 90' trova la gioia personale su assist di Tielemans. In pieno recupero Khazri riesce ad accorciare le distanze. A Mosca finisce 5-2 per il Belgio, che con due vittorie si qualifica agli ottavi di finale. Tunisia invece a forte rischio eliminazione.

6' HAZARD 1-0  - Hazard è messo giù da Ben Youssef al suo ingresso in area: l'arbitro decreta il penalty che lo stesso giocatore del Chelsea trasforma, spiazzando il portiere e insaccando sulla sinistra.

16' LUKAKU 2-0 - Mertens serve sulla sinistra dell'area Lukaku, che controlla, difende palla con il corpo e con un preciso diagonale mette il pallone nell'angolino basso più lontano.

18' BRONN 2-1 - Punizione dalla trequarti, in posizione defilata sulla sinistra, di Khazri: a centro area Bronn ruba il tempo a tutti e di testa trafigge Courtois.

45' + 3' LUKAKU 3-1 - Palla filtrante di Meunier per Lukaku, che si inserisce bene in area e con un delizioso pallonetto supera Ben Mustapha. 

51' HAZARD 4-1 - Lancio lungo di Alderweireld che taglia in 2 la difesa tunisia, Hazard si inserisce bene centralmente, anticipa l'uscita di Ben Mustapha e firma doppietta personale e poker.

90' BATSHUAYI 5-1 - Su assist di Tielemans dalla sinistra, Batshuayi interviene in estirata e sotto misura supera ancora una volta il portiere tunisino.

90' + 3' KHAZRI 5-2 - Su palla dalla sinistra, Khazri trova sotto porta la deviazione vincente che accorcia le distanze.

BELGIO: LUKAKU

Letteralmente devastante, con una doppietta trascina la squadra di Martinez assieme ad Hazard ed entra nella storia del calcio belga eguagliando Wilmots come massimo marcatore di sempre ai Mondiali per i Diavoli rossi.

TUNISIA: SASSI

In una giornata fortemente negativa per i suoi, si batte come un leone fino all'ultimo e nel primo tempo va vicino al goal in un paio di occasioni.

BELGIO: BOYATA

Il difensore del Celtic è il meno brillante dei suoi, e ogni tanto si concede qualche disattenzione in fase difensiva.

TUNISIA: MAALOUL

Il terzino sinistro della Tunisia va in grossa difficoltà, e viene costantemente superato dai giocatori del Belgio. Per lui una giornata da dimenticare.

powered by Onefootball