Bayern Monaco, Hainer: “Spero Lewandowski finisca carriera da noi” | OneFootball

Bayern Monaco, Hainer: “Spero Lewandowski finisca carriera da noi”

Logo: CalcioInPillole

CalcioInPillole

Il Presidente del Bayern Monaco, Herbert Hainer, ha rilasciato un’intervista esclusiva a Sky Sport. de nella quale ha fatto il punto sulle situazioni legate ai rinnovi. L’unico prolungamento, ad oggi ufficiale, per il club bavarese è quello di Kingsley Coman, il quale resterà con i Campioni di Germania fino 30 giugno 2027. Ancora incerta, invece, la questione di altri tesserati.

Il primo a essere preso in esame dal Presidente è Niklas Sule, il cui contratto va in scadenza a fine 2022.

Gli abbiamo fatto un’offerta. Ora tocca a lui accettare o rifiutare. Chiaramente la scelta dovrà avvenire a breve, perché dobbiamo capire come muoverci di conseguenza. Ancora non so la data esatta, ma a breve ci dirà la sua volontà“.

Si passa, poi, a Manuel Neuer, uno dei senatori del Bayern Monaco.

Su Manuel sono fermamente convinto finirà la carriera qui a Monaco. Lui può ancora giocare ad alti livelli ancora per qualche stagione. Oggi è il miglior portiere del mondo e sarei felice di poter annunciare il rinnovo a vita. Non c’è una vera e propria urgenza, perché conosce bene l’ambiente ed è con noi da tanto tempo“.

Dal leader dello spogliatoio al leader tecnico: Robert Lewandowski va in scadenza a fine 2023, ma l’auspicio di Hainer va verso la conferma con i bavaresi.

Abbiamo ancora un po’ di tempo per trattare con Lewandowski. Ma, come ho già ribadito in altre circostanze, sarei felice se concludesse la carriera al Bayern“.

Hainer fa anche il punto sulla dirigenza del Bayern Monaco

Il nome citato è quello di Hazan Salihamidžić, artefice del lavoro di fino per il prolungamento dei contratti dei suoi campioni.

Penso stia facendo un ottimo lavoro: nelle ultime settimane hanno esteso il proprio contratto Coman, Kimmich e Goretzka. Da non sottovalutare i tanti giovani portati in dote, come Musiala e Alphonso Davies. Le prestazioni del club non sarebbero queste senza il prezioso lavoro del direttore sportivo. Sono assolutamente contento di lui“.

Menzionato in questo articolo

Visualizza l' imprint del creator