📸 Bayern, 5️⃣ gol all'Eintracht in 43': Mané in gol ma che papera Neuer | OneFootball

📸 Bayern, 5️⃣ gol all'Eintracht in 43': Mané in gol ma che papera Neuer

Logo: OneFootball

OneFootball

Saverio Grasselli

Nostalgia di Lewandowski? A veder giocare la squadra di Nagelsmann non sembrerebbe per niente.

Primo tempo clamoroso del Bayern Monaco, impegnato nella sua prima partita di Bundesliga contro l’Eintracht Francoforte in trasferta.

I bavaresi di Nagelsmann hanno letteralmente piegato i padroni di casa, rifilandogli una secca manita in un primo tempo stellare.

Ad aprire le danze ci ha pensato Kimmich al 5′ con una bordata di destro su punizione dalla lunga distanza, il raddoppio invece porta la firma di Pavard al 10′.

C’era attesa per l’esordio in Bundes di Mané, arrivato dal Liverpool nell’ultima finestra di mercato e, il senegalese campione d’Africa, non ha tradito le aspettative.

Ha impiegato solo 28 minuti e 53 secondi per segnare la prima rete con i bavaresi, valida per il momentaneo 3-0, di testa su assist di Gnabry. Poi – imprendibile sulla sinistra – ha sfiorato il raddoppio al 35′. A rendere il passivo ancora più pesante ci hanno pensato poi il giovane Musiala (al 35′) e Gnabry (43′).

Dopo un primo tempo in cui l’Eintracht non è stato preciso sotto porta (sfiorando il gol in due occasioni), nella seconda frazione ha accorciato le distanze con il gol di Kolo Muani (subentrato a Rafael Santos Borré dopo l’intervallo).

Errore-Orrore di Manuel Neuer sotto porta: ricevuta palla fuori dall’area di rigore, il portierone della Nazionale tedesca prova il dribbling sul numero 9, che gli sfila il pallone e lo piazza alle sue spalle.

Spazio anche, a poco meno di mezz’ora dalla fine, per Mathys Tel, il ragazzino di 17 anni preso qualche settimana fa dal Rennes e pagato 28 milioni e mezzo. Nel finale (83′) l’altro ragazzino, Musiala, segna il secondo gol personale per il definitivo 6-1.

Kostic è stato in campo dall’altra parte (preso anche un giallo al 71′ e poi sostituito 4′ dopo), mentre la trattativa con la Juve procede e si ha già un principio d’accordo sui termini personali con i bianconeri: dopo la vittoria in Europa League dello scorso anno non è di certo un inizio fortunato per l’esterno dell’Eintracht.